Ghizzoni è il nuovo Ceo di Unicredit. Ritratto dell’uomo che prende il posto di Profumo

Il Cda di Unicredit ha nominato Federico Ghizzoni amministratore delegato. Il consiglio di oggi non ha invece indicato un direttore generale, rivelano le agenzie di stampa. Per una parte dell’establishment della city milanese, il cuore finanziario del paese, quella di Federico Ghizzoni è una figura outsider. Ma nell’inner circle della banca, il suo nome è legato all’espansione internazionale. Perché il … Continua a leggere

UniCredit accelera sul dopo Profumo: i soci contattano Orcel

MILANO – I vertici di UniCredit contattano Andrea Orcel di Bofa-Merrill–Lynch per la sostituzione dell’ex ceo Alessandro Profumo. Il sondaggio ufficiale del banchiere d’investimento è avvenuto ieri a Milano quando Orcel, stando alle indiscrezioni, sarebbe stato visto entrare in uno studio legale in cui erano presenti anche il presidente della Fondazione CariVerona Paolo Biasi e il vicepresidente di UniCredit Fabrizio … Continua a leggere

Le dimissioni di Profumo, i 40 milioni di buonuscita, i dubbi di Tremonti e una delicata transizione

All’1.15 della mattina del 22 settembre si è conclusa ufficialmente l’era di Alessandro Profumo in UniCredit. A notte fonda è arrivato il tanto atteso comunicato della banca: «Il Cda e Alessandro Profumo – si legge nel testo- hanno, a seguito dell’orientamento maturato dal consiglio, concordato che, dopo 15 anni, è giunto il momento di un cambiamento al vertice del gruppo. … Continua a leggere

Luigi Castelletti, il vice presidente di UniCredit. L’uomo della Fondazione Cariverona

Dieter Rampl è l’attuale presidente di UniCredit. È un banchiere tedesco di 63 anni che iniziò la sua carriera nel 1969 alla Societe de Banque Suisse a Ginevra, per poi passare a Vereinsbank nel 1971. La finanza applicata al commercio internazionale fu la sua prima occupazione, prima di passare sette anni nel Nord America Corporation and Credit Department della banca … Continua a leggere

Ecco l’azionariato di Piazza Cordusio, ai libici oltre il 7%

Con l’ufficializzazione della Lia (la Libyan Investment Authority) del suo aumento al 2,594%, sale al 7,207% la quota di Unicredit in mano ai libici. La Central Bank of Libya possiede infatti – secondo il prospetto della Consob – il 4,613%. Le partecipazioni più rilevanti sono, oltre a quella di Mediobanca con il 6,761%, quella della International Petroleum Investment Company al … Continua a leggere

Alessandro Profumo si dimette. Cronaca del giorno più lungo di UniCredit minuto per minuto

Giornata decisiva per il futuro di UniCredit, la prima banca italiana con una capitalizzazione di 34 miliardi di euro. Oggi alle 18 è in programma un cda straordinario convocato ieri d’urgenza dal presidente Dieter Rampl. I grandi soci puntano sulle dimissioni di Alessandro Profumo dopo le forti tensioni con Rampl sulla gestione del caso Libia (la cui partecipazione nel capitale … Continua a leggere

I libici su UniCredit: «Soddisfatti dell’investimento». Profumo non commenta, le tensioni restano

Non si “raffredda” il caso Libia per UniCredit. L’incremento della partecipazione del socio libico ha suscitato malumori. Magari, solo una scusa per far ri-emergere dubbi e contrasti che continuavano a covare sotto la cenere. In particolare dopo le discussioni per il via libera al progetto del “Bancone”. Ma tant’è la discussione, ai piani alti dell’istituto, e tra gli azionisti c’è, … Continua a leggere

Mercati/ Avvio positivo per le Borse Ue

  Le principali borse europee iniziano la sessione in territorio positivo grazie al rialzo del petrolio, che trascina gli energetici, e il piano di sgravi fiscali da 300 miliardi di dollari che, secondo il Wall Street Journal, starebbe per essere varato dal presidente eletto degli Stati Uniti, Barack Obama. L’indice Ftse100 di Londra sale dello 0,46% a 4.582,63 punti. Il … Continua a leggere

UNICREDIT E MPS SOSPENDONO MUTUI PER UN ANNO A FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’

Sono finora due i gruppi bancari che hanno lanciato iniziative a favore delle famiglie che si trovano in difficoltà col pagamento delle rate del mutuo in seguito a eventi imprevisti: il Gruppo Unicredit con l’iniziativa “Insieme 2009”, grazie alla quale si potrà sospendere il pagamento della rata del mutuo gratuitamente fino a un massimo di 12 mesi; e il Gruppo … Continua a leggere