Quando Sabrina gridava: «Mio padre deve pagare» assassina a sua volta?

    AVETRANA – Lo sguardo folle e dolce, i colpi di tosse, le interviste lunghe, dettagliate, il volto alterato dalle emozioni. Sabrina Misseri, la cugina della povera Sarah, la figlia dell’assassino: assassina a sua volta? Abbiamo imparato a conoscerla nei giorni d’angoscia delle ricerche impossibili. Lei, preoccupata, ansiosa, con la foto della cugina tra le mani che girava il … Continua a leggere