Sessoscritto bis/ Il fascino di Luisella

Soprattutto quando le giornate di lavoro non erano lunghe e il tempo era bello, lui amava fare i piccoli ruoli che il suo agente riusciva a trovargli, sul set. Doveva ripetere le scene al massimo due o tre volte – e sapeva che non era sua la responsabilità delle ripetizioni, ma dipendeva dalle esigenze del regista o da quelle degli … Continua a leggere

Sessoscritto/ La dominatrice

E arrivò l’irpef. Tra debiti contratti l’anno precedente e anticipi per i 12 mesi a venire le tasse superavano di gran lunga i risparmi accumulati sul conto corrente. “Cosa fare?”, mi chiedevo camminando senza meta per la città. E tutti i metodi che mi venivano in mente erano immorali o illegali. “Spacciare colla ai bambini delle elementari? Orchestrare una rapina … Continua a leggere

Sessoscritto bis/ Il fascino di Luisella

Soprattutto quando le giornate di lavoro non erano lunghe e il tempo era bello, lui amava fare i piccoli ruoli che il suo agente riusciva a trovargli, sul set. Doveva ripetere le scene al massimo due o tre volte – e sapeva che non era sua la responsabilità delle ripetizioni, ma dipendeva dalle esigenze del regista o da quelle degli … Continua a leggere

Per piacer mio/ Bruna, formosa, autonoma e sensuale. Ecco la donna ideale degli uomini italiani

Bruna, formosa, sensuale e dolce. Ma anche autonoma, estroversa, spiritosa, sorridente. Insomma, una donna perfetta, quella dei sogni, quella che ogni uomo vorrebbe al proprio fianco. Così si sono espressi 500 uomini italiani recentemente intervistati dalla SWG , società di sondaggi. Che ha spazzato via il prototipo del maschio italiano bambinone e mammone. I 500 uomini, di età compresa fra … Continua a leggere

Sessoscritto/ La perpetua plagiata

Voglio che per prima cosa ti scosti le mutandine e che inizi a toccarti il clitoride facendomi sentire quanto ti piace”. Cominciava sempre così. Quasi come provocazione giocosa. E poi diventava una richiesta. Senza condizioni di scelta. Una violenza, insomma. Bella e buona. E per di più blasfema. Plagiata. Avrebbe dovuto dirlo alla madre, alla sorella, agli amici. Già, se … Continua a leggere

Sessoscritto bis/ La sovrana aveva labbra rosse e carnose….

Eccola, pensò. Ed infatti lei era apparsa; entrata nella sala con il passo altero, fiero come quello di una regina, sebbene fosse arrivata solo per portare un vassoio. Aveva la pelle del viso appena ambrata, le labbra grandi e carnose, rosse. Gli occhi invece erano senza trucco: ma scuri, enormi e così fondi che, guardandoli, anche solo per ordinare il … Continua a leggere

Sessoscritto/ Gioiosa, la figlia del reggimento

Maestro, maestro, mi mette le dita nel buco”, stonò eccitata la viola d’amore piacevolmente vittima delle lubriche manipolazioni del proprio rapace suonatore. Il direttore d’orchestra, che nella sua foga sculettante aveva infilzato il reggiseno della prima violinista che ora sventolava vittorioso in cima alla bacchetta, fermò l’ansimare dell’orchestra. Gli ultimi ad udire furono i sospiri dell’oboe ancora impegnato ad inserirsi … Continua a leggere