Muore per la puntura di un calabrone-Caserta, inutile corsa verso l’ospedale

Un dopo cena come tanti. Nella tranquilla frazione di Sommana di Caserta, a due passi dal borgo di Casertavecchia. Antonio Rivetti, 40 anni operaio edile sposato senza figli, era sotto il portico della sua abitazione a prendere il fresco. È stato un attimo. La puntura di un calabrone. Si è sentito subito male e la disperata corsa in ambulanza verso … Continua a leggere