Troppa spontaneità su Facebook può costare il posto di lavoro, anche in Italia

Basta un commento di troppo su Facebook per subire provvedimenti disciplinari. O perdere il posto di lavoro. Anche in Italia. Alcuni casi sono ormai celebri. Tra gli ultimi, il licenziamento di una cameriera, Ashley Johnson, in una pizzeria di New York. Ha servito un tavolo di clienti per un’ora e mezzo, ricevendo una mancia di cinque dollari: poi, ha protestato … Continua a leggere