Guida investimenti 2011. Portafogli per autonomi, pensionati, precari, manager. E sabato su Plus24…

Come andranno i mercati nel 2011? Meglio le Borse occidentali o le azioni dei paesi emergenti? E il Giappone? Quanto ai bond, i corporate daranno delle soddisfazioni o sarebbe preferibile ripiegare sui titoli di Stato? Senza dimenticare le materie prime, con l’oro che viaggia intorno ai massimi storici oltre 1.400 dollari e il petrolio vicino a quota 90. Continueranno a … Continua a leggere

Elmo da vichinghi modello Tea Party. Così cresce la protesta anche nella prospera Scandinavia

Anche nella prospera e civile Scandinavia cresce la protesta contro l’establishment e si diffonde l’insoddisfazione verso pilastri del sistema quali il welfare universalistico, l’accoglienza generosa, le libertà garantite a 360 gradi. Il recente ingresso nel parlamento svedese del partito xenofobo dei democratici svedesi ha creato scalpore, ma non è altro che l’ultima manifestazione di un disagio che viene da lontano … Continua a leggere

Per stare tranquilli con il nostro debito pubblico e con i mercati non c’è che una strada: la crescita

Il rapporto tra il debito pubblico e il Pil dell’Italia è tra i più alti d’Europa, secondo solo a quello della Grecia. Per rispettare i parametri di Maastricht, dovremo abbatterlo di oltre il 40 per cento. Gli episodi di questi mesi dimostrano, tuttavia, che i paesi europei più in difficoltà non sono necessariamente quelli che, all’inizio della crisi, avevano un … Continua a leggere

Il patto di stabilità soffoca l’impresa

A Cremona la Cna chiede «una revisione strutturale» del patto di stabilità, perché la lentezza crescente dei pagamenti «mette all’angolo le imprese, che non possono più contare su tempi ragionevoli indispensabili per la loro attività». A Parma gli edili dell’Unione industriale parlano di «situazione insostenibile» e di «rischi concreti di fallimento» per le imprese che lavorano con gli enti locali, … Continua a leggere