Nei file di WikiLeaks la lista di tutti i bersagli sensibili per gli Stati Uniti (pronta per i terroristi)

E ora spuntano anche i conti in svizzera. Una banca elvetica starebbe infatti valutando la chiusura di un conto intestato a Julian Assange, il fondatore del sito Wikileaks. Lo riferisce il quotidiano elvetico ‘Nzz am Sonntag’, il quale cita il portavoce della banca Postfinance Marc Andrey. Wikileaks chiede donazioni sul conto di Postfinance per il cosiddetto ‘Julian Assange Defence Fund’. … Continua a leggere

OBAMA SI FA MALE GIOCANDO-A BASKET: 12 PUNTI DI SUTURA

È finita con il labbro inferiore spaccato per l’involontaria gomitata di un avversario la partitella di basket che il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, è andato a giocare oggi a Fort McNair, alle porte di Washington. Il pool di giornalisti che normalmente segue gli spostamenti del presidente aveva comunicato che Obama avrebbe trascorso la mattinata giocando a basket con … Continua a leggere

Nuovi dossier Usa sui governi corrotti

La diplomazia americana trema e fa tremare le diplomazie di altri Paesi con cui è in contatto, dalla Russia all’Afghanistan: Wikileaks sta per pubblicare una nuova fuga di notizie relative a documenti e rapporti di diplomatici Usa. Nei documenti vi sono accuse di corruzione a governi e politici stranieri. “Ci prepariamo allo scenario peggiore”, ha detto il portavoce del Dipartimento … Continua a leggere

I paesi Apec temono una nuova bolla speculativa e il dominio della Cina sull’economia asiatica

Non dovranno indossare il keikogi, l’abito guerriero dei samurai, ma sarà invece una sfida di seduzione quella in cui si produrranno nel weekend a Yokohama, seconda città del Giappone, in occasione del vertice economico dei paesi della Regione Asia Pacifico (Apec) il “giovane” Obama (48 anni), leader della Grande Potenza declinante, gli Stati Uniti, e il più anziano leader cinese, … Continua a leggere

La strategia di Berlusconi: prima la finanziaria poi la richiesta di fiducia al Senato

Lo scontro tra Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini si trasferisce nelle aule parlamentari. Il Pdl, infatti, come già annunciato ieri in un comunicato, fa quadrato attorno al premier e ha presentato oggi al Senato una mozione a sostegno dell’azione di governo. Una scelta non casuale visto che l’esecutivo gode a palazzo Madama di una maggioranza abbastanza solida anche senza i … Continua a leggere

Dal G20 di Seul solo un mezzo passo avanti senza una vera intesa sulla guerra delle valute

Berlusconi lascia il G20 senza fare la conferenza stampa (dall’inviato Gerardo Pelosi) Il G20 di Seul ha fatto solo un mezzo passo avanti. Senza una vera intesa su cosa fare per metter fine alla guerra della valute, con la spaccatura non sanata fra Stati Uniti da una parte e Cina e Germania dall’altra, i capi di Stato e di Governo … Continua a leggere

Il midterm di Bernanke, falchi e colombe dietro la politica del governatore della Fed

Se sono Cassandre, o semplicemente iperrealisti in uno scenario fosco, lo diranno i mercati, fra non molto. Sta di fatto che se avessero ragione loro anche per Ben Bernanke, al pari del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, la settimana che è appena cominciata potrebbe rivelarsi una sorta di midterm. Sta per partire, infatti, una due giorni decisiva per i … Continua a leggere

Il piano di stimolo all’economia di Obama? Troppo poco e forse troppo tardi

La proposta del presidente Barack Obama di stanziare altri 50 miliardi di dollari per combattere il rallentamento dell’economia è un’idea valida, ma di gran lunga troppo poco ambiziosa. Quando l’ho sentita ho pensato: «Eh». E in ogni caso, probabilmente non verrà approvata, anche se continuo a chiedermi perché la Casa Bianca non abbia proposto un piano più ambizioso, in modo … Continua a leggere

Il presidente Obama sbaglia ma anche io ho commesso due errori

Non rimango turbato quando qualcuno attacca le mie idee. Al contrario: penso che non si prenderebbero il disturbo di farlo se non ritenessero che io sia effettivamente in grado di influenzare il corso degli eventi. Ad esempio, recentemente ho letto sulla homepage della pagina web di Yahoo! Finance un articolo intitolato: «Krugman sbaglia! Gli stimoli ‘danneggiano l’economia’, dice Brian Wesbury». … Continua a leggere

Obama crolla al minimo storico. E il Tea party esulta

Tempi duri per il presidente Obama. La marea nera è stata bloccata ma per il presidente americano è ancora un agosto nero. A 18 mesi dall’ insediamento alla Casa Bianca la sua popolarità ha raggiunto il minimo storico: -22%. L’indice, fornito dall’istituto Rasmussen, è ottenuto calcolando la differenza tra quanti approvano totalmente l’operato del presidente (solo il 24%) e coloro che … Continua a leggere