D’Angelo a Sanremo: la camorra dà lavoro

NAPOLI (2 febbraio) – Sottotitoli sì o no, questo è il dilemma, shakespeariano quanto verace, di Nino D’Angelo alla vigilia di Sanremo. «Si è parlato così tanto del ritorno del dialetto al Festival che alla fine è come se la montagna avesse partorito il topolino. Ci sono solo io, con il napoletano, che poi è la lingua della canzone per … Continua a leggere