Con il nuovo codice della strada il ricorso non apre ai rimborsi delle multe già pagate

Chi ha dato ha dato, chi ha avuto ha avuto. Il parere con cui il ministero dell’Interno blocca la multa per mancata indicazione del conducente quando il proprietario di un veicolo presenta ricorso contro la sanzione all’origine di tale multa (si veda «Il Sole-24 Ore» di ieri) non dà diritto alla restituzione dei soldi a chi invece l’ha già pagata. … Continua a leggere

Stop alla multa per chi non indica il conducente

Il ricorso ferma anche la multa per mancata indicazione del conducente. Quindi il proprietario del veicolo con il quale è stata commessa l’infrazione non è tenuto a rispettare il termine dei 60 giorni per comunicare chi era alla guida al momento dell’infrazione: dovrà ottemperare solo dopo che la sua opposizione sarà stata eventualmente respinta e solo se non lo farà … Continua a leggere

Stangata per i giovani nel nuovo Codice della strada con multe pesantissime

Una stretta così mirata non si era mai vista. La riforma del Codice della strada (legge 120/10) complica di molto la vita dei giovani: si va dagli esami di pratica anche per guidare motorini e minicar ai limiti di potenza delle vetture guidabili nel primo anno di patente, dall’alcol zero al certificato di non-abuso di alcol e non-uso di droghe. … Continua a leggere

Nel nuovo Codice della strada sanzioni più severe per gli autisti

Sanzioni più pesanti per gli autotrasportatori che violano le nuove norme del codice della strada. In particolare, nel mirino della nuova normativa (legge 120/2010 di modifica al decreto legislativo 285/92) cadono le imprese che non concedono riposi adeguati ai propri autisti. In questo contesto, il ministero del Lavoro fornisce le prime istruzioni operative al personale ispettivo (nota 1473 del 5 … Continua a leggere

Napoli, Comune senza soldi-Scatta il maxicondono per le multe

NAPOLI (18 gennaio) – A metà settimana il via libera alla delibera per il condono delle multe. Ci ha pensato a lungo il sindaco Rosa Russo Iervolino, poi con il supporto dell’assessore alla Legalità Luigi Scotti e del nuovo titolare del Bilancio Michele Saggese e soprattutto senza più il «niet» dell’ex Riccardo Realfonzo che ha invece aumentato la Tarsu del … Continua a leggere