Il prezzo per salvare le banche irlandesi sfiora i 50 miliardi. Deficit pubblico al 32% del Pil

LONDRA. Tanto gigantesche da non poter fallire. L’Irlanda alza l’asticella e porta il dibattuto principio del “too big to fail” oltre i limiti dell’immaginazione spingendolo fino a generare un deficit pubblico che sfiora il 32% del prodotto interno lordo. Oppure, calcolando la massa dell’esposizione diversamente, tra 45 e 50 miliardi di euro: è questo l’ assegno globale per salvare il … Continua a leggere

Bernanke fa autocritica e prevede:Qualche grande gruppo si spezzerà

Il presidente della Fed ammette le manchevolezze dei controllori. “Se la riforma della finanza sarà ben applicata ridolverà il problema delle banche troppo grandi per fallire” Una severa attuazione della nuova legge finanziaria Usa sarà cruciale per evitare che l’eventuale collasso di una banca o di una impresa di grosse dimensioni possa mettere a repentaglio l’intera economia. Lo ha detto … Continua a leggere

Se il paese non sa vedere il futuro

Non è un caso se per ben due volte nel giro di un mese il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha sollecitato la nomina del ministro dello Sviluppo economico. Anche se non basta certo una persona, per quanto autorevole e competente, a sbloccare quello che è il vero problema dell’economia italiana: la difficoltà a programmare investimenti a lungo termine Se … Continua a leggere

Crisi/ L’economista Onado ad Affari: 2008 annus horribilis dopo Lehman. Tutta colpa di Fed e Tesoro Usa

    L’anno che sta finendo ha visto molti avvenimenti clamorosi in ambito economico fare da corollario alla crisi in atto da mesi sui mercati, ma in assoluto quello epocale è stato il fallimento di Lehman Brothers. Ne è convinto l’economista italiano Marco Onado, docente di Economia dei mercati e degli intermediari finanziari all’Università Bocconi, intervistato da Affaritaliani.it sui principali … Continua a leggere