L’esito della crisi visto dal Transatlantico. L’ipotesi elezioni anticipate prende quota tra i parlamentari

Tutti i momenti che precedono l’esplosione di una crisi di governo diventano i più creativi soprattutto per chi è ostile al voto anticipato. E delle volte le ragioni per evitarle sono plausibili: la congiuntura economica, lo spettro degli speculatori internazionali, l’attenzione allo spread tra i nostri titoli di stato e quelli tedeschi. E infatti, in qualsiasi crisi post-euro, l’unica regola … Continua a leggere

Elezioni/ Sondaggio Euromedia per Affaritaliani.it: Pdl tra il 29 e il 31%. Boom di Vendola. Fli tra il 2,5 e il 4,5%

Affaritaliani.it pubblica in esclusiva l’ultimo sondaggio (24-25 ottobre) realizzato da Euromedia Research, l’istituto di fiducia del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e guidato da Alessandra Ghisleri.   Il Popolo della Libertà si attesta tra il 29 e il 31 per cento ed è stabile rispetto alla precedente rilevazione, così come è stabile il dato della Lega Nord che rimane tra il … Continua a leggere

Maroni: pronti al voto anche domani. Bossi: difficile andare avanti. Vertice con Berlusconi

 L’ufficio elettorale del Viminale è sempre pronto. Anche per votare domani». A parlare, a margine di una conferenza sull’immigrazione a Parigi, è il ministro dell’Interno, Roberto Maroni. «Con ieri – sottolinea Maroni – si sono aperti molti scenari come la fine traumatica della maggioranza e un immediato ricorso alle urne». Nelle parole di Fini, ha aggiunto il ministro, «non vedo … Continua a leggere

Bossi: niente elezioni. Avanti senza l’Udc

  Per ora niente elezioni anticipate, ma – come anticipato da Affaritaliani.it – nessuna apertura all’Udc di Pierferdinando Casini. Dal vertice tra Silvio Berlusconi e Umberto Bossi a Villa Campari, residenza del Cavaliere sul Lago Maggiore, giunge infatti una frenata sia rispetto a un eventuale ritorno alle urne sia all’ipotesi di ampliare la maggioranza ai centristi.   Per il momento … Continua a leggere

Autunno tra intrighi di Palazzo e crisi-le imprese cadono come foglie

Politica bloccata, crisi economica che continua a mordere. Giovani in cerca di lavoro e lontani dagli affari di Palazzo che si “consolano” con l’iPhone 4. Ma che non sono affatto stupidi. Leggono e sono tra i più colti d’Europa. Per il resto, non rinunceranno mai al buon cibo. E non fanno a meno di seguire i must della moda. Autunno … Continua a leggere

Così tra summit e proteste Palazzo Grazioli è diventato il centro della politica

Qualcuno di recente ha addirittura tentato di occuparlo scatenando l’immediato dispiegamento delle forze dell’ordine. Salvo poi chiarire che l’azione di protesta non era affatto diretta contro l’inquilino più famoso dell’immobile, il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Perché da quando, nel lontano 1995, il Cavaliere decise di fissare la sua residenza romana al piano nobile del palazzo di proprietà della famiglia … Continua a leggere

Il rischio della più lunga e velenosa campagna elettorale della storia

La velenosa e torbida estate del 2010 (l’estate in cui «muore la politica», secondo il commento domenicale di questo giornale) rischia di produrre la più lunga e nefasta campagna elettorale della storia repubblicana. Una campagna che di fatto ha già preso avvio, sia pure non dichiarata come non è mai stata dichiarata nemmeno la crisi di governo, e che sembra … Continua a leggere

La Bce vede rosa. Economia migliore del previsto «ma non si può ancora cantare vittoria»

La crescita dell’economia nella zona euro «si è rafforzata nel secondo trimestre» e i dati disponibili per il terzo «sono migliori del previsto». Gli stress test ai quali sono state sottoposte 91 banche dell’Eurozona e di altri Paesi europei «sono stati completi e severi» e «hanno confermato la resistenza del sistema bancario europeo agli shock», aumentando la trasparenza nel settore. … Continua a leggere

Simulazione di voto: così Berlusconi rischia al Senato

È al Senato che si giocherà la partita decisiva la prossima volta che si andrà a votare. È stato così nel 2006 e finì male per Prodi. Nel 2008 a Berlusconi andò meglio ma fu fortunato perché la Sinistra Arcobaleno e l’Udc presero pochi voti. Adesso però il quadro è cambiato: con l’uscita di Fini dal Pdl la coalizione di … Continua a leggere

Chiedere la fiducia su quattro punti Berlusconi prepara la controffensiva

A settembre sfida su giustizia, fisco, federalismo e Mezzogiorno ROMA – Il redde rationem ci sarà, alla ripresa dei lavori parlamentari a settembre. E passerà per un voto di fiducia su un programma di governo di quattro punti – giustizia, fisco, federalismo e Mezzogiorno – molto dettagliato e preciso, che Silvio Berlusconi chiederà ai suoi alleati di approvare o respingere, … Continua a leggere