Aversa, muore nell’ospedale psichiatrico-Per 2 giorni «rinfrescato» da ventilatore

La salma di un internato morto d’infarto all’ospedale psichiatrico giudiziario di Aversa (Caserta) è stata tenuta per due giorni in una stanza della sorveglianza generale ‘rinfrescata’ solo da un ventilatore meccanico. È la denuncia di Leo Beneduci, segretario generale dell’Osapp (organizzazione sindacale autonoma polizia penitenziaria) che definisce l’episodio «l’ennesima dimostrazione di come le carceri italiane siano diventate discarica sociale». Il … Continua a leggere

Cucchi, un testimone: «Picchiato in cella»

Ci sono i primi sei indagati per la morte di Stefa­no Cucchi. Omicidio preterin­tenzionale, questa è l’accusa ipotizzata dai pm della procura di Roma, Vincenzo Barba e Francesca Loy. Sono tre agenti della polizia penitenziaria e tre detenuti che il 16 ottobre scor­so si trovavano con lui a piazza­le Clodio, nelle camere di sicu­rezza del tribunale, subito do­po l’udienza di … Continua a leggere

Carezze alla figlia, rischia 15 anni

turista italiano in cella a Fortaleza. L’avvocato: difficile farlo uscire. La bimba di 8 anni: stavamo giocando RIO DE JANEIRO – Un uomo gioca con la sua bambina in piscina, in un chiosco a pochi metri dalla spiaggia. L’afferra per le gambe, la fa rigirare in acqua, la abbraccia. Infine le appoggia un bacino sulla bocca. Lui ha 40 anni … Continua a leggere

Detenuto cucina e mangia il suo compagno di cella

Detenuto cucina e mangia il suo compagno di cella   PARIGI – Forse Hannibal Lecter avrebbe gradito il pranzo del detenuto francese, Nicolas Cocaign, detenuto nel carcere di Rouen. Il 37enne prigioniero, in galera per stupro, ora rischia, a causa di un insolito menù, di restare tutta la sua vita dietro le sbarre ed in isolamento. Alla base del suo … Continua a leggere