Nel progetto di riforma della giustizia un’Alta corte per le toghe

Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, chiederà al Consiglio superiore della magistratura di elaborare un parere sul disegno di legge sullo smaltimento dell’arretrato nella giustizia civile. Ad annunciarlo il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, ospite del Csm. «Viste le turbolenze che ci sono state nei rapporti con il precedente Csm proprio sui pareri – ha detto il Guardasigilli – credo … Continua a leggere

Alfano: «Sui principi non ci si astiene-La P3? Costruzione di pm e sinistra

  Il ministro della Giustizia interviene alla Camera nel giorno della mozione di sfiducia su Caliendo ROMA – «Sui principi non ci si astiene. Ci si astiene sulle leggi, ci si astiene sui provvedimenti, ma non sui principi». Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, si riallaccia indirettamente alle parole di Silvio Berlusconi concludendo il suo intervento alla Camera nel giorno … Continua a leggere

La riforma Alfano: due Csm e separazione delle carriere

ROMA — La grande riforma della giustizia? «Io sono pronto: a settembre la presento al Consiglio dei ministri e poi la porteremo in Parlamento». Tre i punti qualificanti: «La separazione degli ordini tra pm e giudicanti (la separazione delle cosiddette carriere; ndr): il pm fa l’accusa e il giudice giudica, con percorsi professionali separati fin dall’inizio; la creazione di due … Continua a leggere

Ciancimino cita Forza Italia-Alfano: «Piano per colpirci

Il teste: «Il partito frutto della trattativa Stato-mafia». Il ministro: «Tentativo di delegittimare azione di governo PALERMO – «Forza Italia non ha mai avuto collegamenti con la mafia». A parlare è il ministro della Giustizia Angelino Alfano. Che replica così, a distanza, alla nuova deposizione di Massimo Ciancimino. Al processo Mori, il figlio dell’ex sindaco di Palermo condannato per mafia … Continua a leggere

Il legittimo impedimento al rush finale Riforme, Alfano vede Napolitano

Alle 17 il voto finale sul provvedimento. Il Pd ribadisce il suo no: «È solo un trucco». L’Udc: «Non lo voteremo» MILANO – Con il via libera all’articolo 2 (passato con 282 voti a favore, 224 contrari e 35 astenuti), si è concluso nell’Aula della Camera l’esame degli emendamenti al testo sul legittimo impedimento. Il voto finale sono in programma … Continua a leggere