Le riforme corrono in auto. Federmeccanica vuole un contratto di lavoro sul modello tedesco

Fare diventare il contratto di secondo livello di primo livello. Non è un gioco di parole. Rendere possibile che, a determinate condizioni, il contratto aziendale sia sostitutivo di quello nazionale. Ecco l’evoluzione della specie “marchionnismo”. La proposta di Federmeccanica alza la posta e costringe tutti i soggetti coinvolti nella rappresentanza e nella tutela degli interessi (governo incluso se tornerà mai … Continua a leggere

Come cambia il lavoro con il nuovo contratto di Pomigliano. Il testo dell’accordo

Aumenti retributivi a regime di 360 euro l’anno (circa 30 euro al mese), un nuovo inquadramento professionale aggiornato alle nuove condizioni di lavoro, con l’esclusione dal sistema di rappresentanza dei sindacati non firmatari dell’intesa: sono questi i caposaldi del nuovo contratto dello stabilimento di Pomigliano (LEGGI IL TESTO INTEGRALE DELL’ACCORDO) firmato ieri dalla Fiat con Fim, Uilm, Ugl metalmeccanici, Fismic … Continua a leggere

Sacconi: l’accordo di Mirafiori può fare scuola. Sindacati divisi. Ecco il testo

L‘accordo sullo stabilimento Fiat di Mirafiori «può fare scuola» (LEGGI IL TESTO DELL’INTESA). Ne è convinto il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, intervenuto alla trasmissione radiofonica Baobab. A suo giudizio, può fare scuola per spiegare che «all’interno di cornici di carattere generale, l’azienda è destinata a essere il luogo nel quale, in termini più vicini ai bisogni dei lavoratori e … Continua a leggere

A Natale consumi in calo, gli italiani aspettano i saldi (e intanto riciclano o rivendono i regali ricevuti)

 L’Italia dei consumi si prepara per la consueta corsa ai saldi. Nei primissimi giorni del nuovo anno inizierà il Sud: Centro e Nord dovranno aspettare invece l’arrivo della befana: infatti, se il 2 gennaio i consumatori di Napoli, Palermo, Potenza, Catanzaro potranno già acquistare in saldo, quelli di Roma, Milano, Venezia, Firenze, Torino e Genova dovranno attendere il 6 gennaio … Continua a leggere

Da maggio 2011 comunicate al fisco le spese superiori ai 3.600 euro. Sotto tiro milioni di acquisti

Una sorta di Second life per la quale non occorre iscrizione, ma dove tutti ormai ci muoviamo anche senza saperlo. Sono le banche dati del fisco dove dal prossimo anno i nostri “avatar” fiscali si arricchiranno di un altro elemento: le spese superiori a 3.600 euro per acquisti di beni e servizi. In pratica, dal maggio del 2011 quando si … Continua a leggere

Disoccupazione terzo trimestre in crescita. Sacconi: siamo sotto la media. Per i sindacati è emergenza

Il tasso di disoccupazione in Italia è salito a ottobre all’8,7% dall’8,4% di settembre. Lo rende noto l’Istat sottolineando che si tratta del livello più alto dall’inizio delle serie storiche nel gennaio 2004. Nella media del terzo trimestre il tasso di disoccupazione risulta invece pari all’8,3% con un calo di un decimo di punto rispetto al secondo e un aumento … Continua a leggere

Per stare tranquilli con il nostro debito pubblico e con i mercati non c’è che una strada: la crescita

Il rapporto tra il debito pubblico e il Pil dell’Italia è tra i più alti d’Europa, secondo solo a quello della Grecia. Per rispettare i parametri di Maastricht, dovremo abbatterlo di oltre il 40 per cento. Gli episodi di questi mesi dimostrano, tuttavia, che i paesi europei più in difficoltà non sono necessariamente quelli che, all’inizio della crisi, avevano un … Continua a leggere

L’Ue rassicura l’Italia: non serve una nuova manovra. All’asta BoT domanda ok e annuali sopra il 2%

È stato appena approvato il Bilancio per il 2011, che è compatibile con gli obiettivi fiscali per l’anno prossimo e il criterio del disavanzo del 3% del Pil nel 2012: secondo noi non si renderanno necessari nuovi interventi, ma al tempo stesso sarà necessario un monitoraggio rigoroso su spesa ed entrate affinché gli obiettivi fiscali siano raggiunti». Lo ha detto … Continua a leggere

La corsa dei debiti fra «cani» americani e «pigs» europei

L’Europa avrà anche iPigs (maiali), cioè Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna. Ma se si guardano da vicino gli Stati Uniti, si scopre che in fondo non sono messi molto meglio. Oltreoceano non ci saranno i maiali, ma – a voler coniare simpatici nomignoli – si possono trovare i «Cani». California, Alabama, New York e Illinois (appunto Cani prendendone le iniziali) … Continua a leggere

L’Ue in pressing su Lisbona: dica sì agli aiuti. Putin a Berlino sostiene l’euro moneta di riserva mondiale

Una maggioranza dei paesi dell’Eurozona e la Banca centrale europea (Bce) stanno premendo sul Portogallo perché chieda aiuto finanziario al Fondo della Ue e al Fondo monetario internazionale (Fmi), secondo quanto scrive oggi l’edizione tedesca del Financial Times. «Anche se le banche portoghesi, diversamente da quelle irlandesi, non sono ritenute sovra-indebitate – afferma il quotidiano – dipendono anch’esse dalle liquidità … Continua a leggere