GIAPPONE, PAURA NUCLEARE ESPLOSIONE A FUKUSHIMA.RISCHIO CHERNOBYL -VIDEO

gapponenucleare.jpg

TOKYO – Il tetto del reattore di Fukushima con forti problemi di tenuta dell’impianto di raffreddamento è crollato. Lo conferma il gestore dell’impianto Tepco. Tepco, ha riferito l’Agenzia per la sicurezza nucleare in una breve conferenza stampa, ha spiegato che l’esplosione dell’impianto nucleare si è verificato durante le scosse di assestamento.

L’esplosione alla centrale di Fukushima è stata molto più potente delle iniziali stime, al punto che si sarebbe polverizzata la gabbia di esterna di contenimento di uno dei reattori. Lo riferisce la Nhk. La conferma è venuta dal confronto di due foto pre e post terremoto-tsunami: dalla seconda è del tutto scomparso la grande gabbia più esterna di contenimento, fatta di cemento. Molti dipendenti sarebbero rimasti feriti nell’esplosione, mentre Tepco, il gestore dell’impianto, parla solo di 4 persone. Tutta da chiarire la dinamica degli eventi, perchè, citando fonti del ministero dell’Economia e Industria (Meti), la tv fa risalire l’esplosione a poco più di un’ora fa, alle 16.00 locali (le 8 in Italia). Un esperto di nucleare non ha escluso l’opzione di esplosione ‘intenzionale’. Il governo ha portato da 10 a 20 chilometri il raggio intorno alla centrale nel quale è stata decisa l’evacuazione dei residenti (45 mila), in previsione di una fuoriscita controllata di vapore radioattivo per far diminuire la pressione interna.

GOVERNO: “SITUAZIONE GRAVE” La situazione relativa alla centrale nucleare Fukushima I è «potenzialmente molto grave». lo ha detto un portavoce del governo giapponese, citato dall’emittente Nhk, che ha poi esortato la popolazione a mantenere la calma. Le operazioni di evacuazione entro un raggio di dieci chilometri dalla centrale non erano state ancora completate quando si è verificata un’esplosione nell’impianto che ha provocato il crollo del tetto e dei muri.

FARNESINA: “NESSUN ITALIANO A FUKUSHIMA” Nessun italiano registrato presso l’ambasciata si trova nella zona vicino alla centrale nucleare di Fukushima. Lo hanno riferito fonti della Farnesina all’Adnkronos, precisando che gli italiani registrati sono almeno a cento chilometri di distanza.

UN’ORA A FUKUSHIMA: RADIAZIONI PER UN ANNO Le radiazioni ricevute in un’ora da una persona che si trova nel sito della centrale nucleare di Fukushima corrispondono al limite di radioattività che non deve essere oltrepassato in un anno. Lo dice la tv pubblica giapponese Nhk citando esperti che hanno misurato il livello di radiazioni all’entrata dalla centrale.

TV: “CHIUDETEVI IN CASA” La televisione pubblica giapponese Nhk ha invitato coloro che abitano nelle zone vicine alla centrale nucleare di Fukushima, oltre la zona già evacuata, di tapparsi in casa e chiudere le finestre. La tv ha anche consigliato gli abitanti della zona vicino alla centrale nucleare di proteggersi contro le radiazioni. Secondo gli esperti, è necessario coprirsi naso e bocca con asciugami bagnati e lavarsi le mani non appena rientrati in casa. La gente deve inoltre evitare verdure, altri cibi freschi e acqua del rubinetto, prima del via libera delle autorità.

SUPER-POMPIERI A FUKUSHIMA Il governo giapponese ha disposto l’invio immediato di una squadra di ‘super pompieri’ a Fukushima, all’impianto n1. Lo ha annunciato il portavoce del governo, Yukio Edano, in una conferenza stampa

RUSSIA EST, RADIOATTIVITÀ NORMALE Sono «normali» i livelli di radioattività nell’estremo oriente della Russia, vasta area prospiciente il Giappone che è alle prese con l’incidente nucleare di Fukushima causato dal terremoto di ieri: lo ha comunicato il capo del Servizio di monitoraggio idrometeorologico e ambientale russo, Alexander Frolov, avvertendo però che la rilevazione non è pienamente tranquilizzante dato che il vento spira da ovest e potrebbe quindi impedire alla radiottività di raggiungere regioni come il Territorio del Litorale (la regione di Vladivostok), l’isola Sakhalin e la penisola della Kamciatka «anche nei prossimi giorni». Lo riferisce l’agenzia Interfax. Frolov, attraverso il ministero degli Esteri russo, ha chiesto al Giappone maggiori informazioni dato che, a suo dire, finora nè l’Aiea nè il governo giapponese ne hanno date di ufficiali. Il funzionario, notando che a Fukushima viene utilizzato «Cesio 137», ha confermato che quindi «è iniziata una reazione nucleare incontrollata».

http://www.leggo.it/video.php?idv=8788&id_news=111245

fonte:leggo

GIAPPONE, PAURA NUCLEARE ESPLOSIONE A FUKUSHIMA.RISCHIO CHERNOBYL -VIDEOultima modifica: 2011-03-12T12:15:56+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento