L’abc del Milleproroghe in 169 voci

napolitano-lettera_ANSA-methode_258.jpg

Nel Milleproroghe durante l’esame al Senato è entrato di tutto, di più. Tanto che dopo i rilievi del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che ha richiamato l’attenzione sull’ampiezza e sulla eterogeneità delle modifiche («sembra una finanziaria»), è possibile che il governo presenti un maxiemendamento per imporre una cura dimagrante al decreto.

Stop di Napolitano: il Milleproroghe non va, sembra una finanziaria. Governo verso maxi emendamento

Fra le novità slitta al 31 dicembre 2011 il termine per la nuova procedura di impugnazione dei licenziamenti individuali prevista dal collegato Lavoro, torna la “sanatoria” per affissioni e pubblicità elettorali “abusive” commesse durante le regionali 2010 e dopo tanti mugugni e proteste arriva la proroga – a decorrere dal 1° gennaio 2011 e sino al 31 dicembre 2013 – di alcuni incentivi fiscali in favore del settore cinematografico introdotti dalla legge finanziaria 2008, la 244/2007. Accompagnata dalla tassa sul cinema: un contributo speciale di un euro in più per lo spettatore, in vigore dal 1° luglio 2011 al 31 dicembre 2013. Dalla tassa sono escluse le sale delle comunità ecclesiali o religiose) È divenuto, insomma, un milleproroghe “monstre” quello che la Camera è chiamata a licenziare definitivamente entro il 27 febbraio, ma che potrebbe essere profondamento rivisto dopo la lettera di Napolitano ai presidenti delle Camere e al premier. Quattro articoli e quasi 200 commi per riscrivere norme sul pubblico impiego, sulle banche, sulle assicurazioni.

Tra le novità, anche la proroga di un anno, al 31 dicembre 2011, della possibilità di godere della garanzia dello Stato per l’acquisto di veicoli destinati al trasporto di merci e rimorchi con massa massima superiore a 10 tonnellate, da parte delle piccole e medie imprese di autotrasporto merci per conto terzi (previa autorizzazione dell’Unione europea). E per la scuola arriva il blocco delle graduatorie a esaurimento fino al 2012 (per superare una sentenza della corte costituzionale che aveva bocciato l’inserimento a coda) e la riscrittura del sistema di valutazione, potenziando ispettori, Invalsi e Indire.

Ecco in 169 voci l’abc, comma per comma, del Milleproroghe

A

B

C

D

E

F

G

I

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

V

W

fonte:sole24ore       

L’abc del Milleproroghe in 169 vociultima modifica: 2011-02-23T08:38:11+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento