SANREMO, LUCA E PAOLO:L’UNITÀ? FESTA IL 6 APRILE DIRETTA

belencanalis.jpg

SANREMO – Comincia sul tappeto rosso fuori dall’Ariston la festa per la quarta serata del festival di Sanremo. Sulle note del valzer una folla di ballerini, professionisti e improvvisati, comincia a volteggiare proprio davanti al teatro. Dalla strada al palcoscenico, dove a ballare il valzer viennese sono Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, la nuova “coppia di fatto” di questo Sanremo 2011.

Questa sera dodici canzoni in gara, cantate in duetto con un ospite speciale. A decidere le dieci canzoni che passeranno il turno saranno l’orchestra (voto tecnico) e il pubblico da casa, tramite il televoto (volo popolare).

Ore 21.35 Luca e Paolo sul palco Al motto di “Stiamo uniti”, leit motiv di questo Sanremo dell’unità d’Italia, Morandi chiama sul palco Luca e Paolo. I due comici regalano un mazzo di fiori al presentatore, offendendo le due ragazze che, a mani vuote, lasciano la scena. Ringraziamenti di rito per il successo di ieri sera, e arriva subito una prima battuta: “Oggi si è deciso di festeggiare l’unità d’Italia. Chi voleva, chi no…ora si è deciso: festa il 6 aprile!”.

Ore 21.30 Barbarossa e Marcorè Sul palco Luca Barbarossa e Neri Marcorè scherzano sul “triangolo” con Raquel De Rosario. “Cos’ha lei più di me?”, chiede l’attore. “Te lo dico – Risponde Barbarossa – Tu hai perso la tua femminilità”. La gag però va per le lunghe, finché Morandi e le due colleghe esortano i cantanti a cominciare l’esibizione. Il trio canta “Fino in fondo”.

Ore 21.20 Tributo a Benigni “Grazie Roberto”. Così Gianni Morandi esordisce alla presentazione della quarta serata, plaudendo al grande successo dello show di Benigni, ieri sera sul palco dell’Ariston. Questa sera le due prime donne sono in abito corto: bronzo per la Canalis, celeste in stile “mediorientale” per BelenApre il televoto e comincia la gara

fonte:leggo          

SANREMO, LUCA E PAOLO:L’UNITÀ? FESTA IL 6 APRILE DIRETTAultima modifica: 2011-02-18T21:41:20+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento