Tremonti: Draghi ottima candidatura per la Bce. Axel Weber lascerà la Bundesbank il 30 aprile

tremonti-draghi-ansa-2-672.jpg

Il presidente della Bundesbank, Axel Weber, lascerà il suo incarico il 30 aprile prossimo, in anticipo di un anno rispetto al suo mandato che era iniziato nel 2004 e doveva terminare nella primavera del 2012. Lo ha detto il portavoce del governo tedesco, Steffen Seibert, spiegando che la decisione é da ricondursi a «motivi personali». Il suo nome, come annunciato nei giorni scorsi, esce dalla lizza dei candidati alla guida della Bce. Il suo successore alla guida della Bundesbank «sarà reso noto nel corso della settimana prossima». Weber era il candidato ufficiale di Berlino e tra i favoriti per succedere a Jean-Claude Trichet alla guida della Bce dal novembre di quest’anno.

Nei giorni scorsi Weber aveva dichiarato che avrebbe preso una decisione dopo aver parlato con la cancelliera Merkel. L’annuncio, arrivato oggi dopo un incontro con la Merkel e il ministro delle Finanze, Wolfgang Schaeuble, ha posto fine a tre giorni di confusione. Tutto è iniziato in seguito ad una conversazione privata nella quale Weber aveva svelato di non volersi candidare per un secondo mandato alla guida della Bundesbank e la stampa tedesca aveva ipotizzato un suo passaggio ai piani alti di Deutsche Bank, la prima banca privata del Paese il cui ceo, lo svizzero Josef Ackermann, lascerà nella primavera 2013.

Il ministro dell’Economia tedesco, Rainer Bruederle, ha accolto con «profondo rammarico» la decisione di Weber che «ha lavorato sempre a favore di uno dei pilastri dell’economia di mercato, nella fattispecie l’indipendenza della Bundesbank». Weber, ricorda il ministro, «sapeva quanto la stabilità dei prezzi fosse imprescindibile per il benessere, la crescita e la giustizia sociale» e, «in questo senso, anche in situazioni non sempre facili, aveva contribuito a formare l’orientamento della Bce».

Considerato un «falco», il presidente della Bundesbank era di recente entrato in polemica con l’Eurotower, criticandone il programma di acquisto di titoli di stato dei paesi dell’Eurozona sotto l’attacco della speculazione (Grecia, Irlanda, Portogallo). Ed è probabile che questa sua rigida presa di posizione gli sia alla fine costata il posto.

 

Gallery / Tutti i candidati alla successione di Trichet

Tremonti: Draghi è il nostro candidato
Il ritiro della candidatura di Weber potrebbe aumentare le chance del governatore di Bankitalia Mario Draghi, che era considerato, dopo Weber, il successore più probabile di Trichet, il cui mandato scade il prossimo ottobre. Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, in una conferenza stampa all’associazione stampa estera ha ribadito che «il governo italiano sostiene la candidatura di Mario Draghi». «Siamo convinti che la candidatura italiana» sia «un’ottima candidatura» e sarà «sostenuta dal governo».

Il prossimo presidente non avrà passaporto tedesco
Oggi il ministro delle Finanze tedesco Schauble, alla conferenza stampa convocata al termine dell’incontro con la sua collega francese Christine Lagarde, ha affermato che «la Germania non ha mai dichiarato di voler un candidato tedesco». La dichiarazione ha fatto immediatamente titolare al quotidiano economico «Handelsblatt» (HB) sul suo sito online che «Schaeuble affossa la pretesa tedesca alla presidenza della Bce».

La successione di Trichet
Il sostituto di Trichet sarà scelto come prevede la norma dai leader dell’Unione europea «tra quelle persone di levatura riconosciuta a livello internazionale e di esperienza nelle questioni monetarie e bancarie». La decisione dovrebbe essere presa entro la metà dell’anno. Oltre a Draghi, in corsa ci sono soprattutto il tedesco Klaus Regling, capo dell’European Financial Stability Facility, ex alto funzionario della Commissione Europea: Juergen Starck, ex funzionario del ministero delle Finanze e vice-presidente della Bundesbank, attualmente componente del comitato esecutivo della Bce; e, tra gli altri, ancora il lussemburghese Yves Mersch, il consigliere che da più tempo siede nel consiglio dei governatori della Bce (ha guidato la Banca centrale del Lussemburgo dalla sua creazione nel 1998) e Guy Quaden, membro moderato del consiglio dei governatori della Bce

fonte:sole24ore                              

Tremonti: Draghi ottima candidatura per la Bce. Axel Weber lascerà la Bundesbank il 30 aprileultima modifica: 2011-02-12T08:16:00+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento