BERSANI: “PREMIER LASCIA GLI AMBASCIATORI IN LACRIME

bersani1.jpg

ROMA – Silvio Berlusconi «deve fare un passo indietro se ha un minimo di senso di responsabilità verso il suo Paese» perchè abbiamo «ambasciatori in lacrime» e «non siamo in condizioni di presentare il nostro volto nel mondo». Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, ha rivolto questo invito al premier al suo arrivo al Teatro Parenti di Milano dove si dà il via alla campagna elettorale di Giuliano Pisapia, candidato sindaco per il centrosinistra. «Abbiamo ambasciatori in lacrime – ha detto Bersani – imprenditori che telefonano e raccontano le barzellette che sentono nel mondo». «Il tempio della stampa conservatrice, il Times di Londra, usa parole pesantissime che sono un invito diretto alle dimissioni. Noi non siamo in condizioni – ha proseguito – di presentare il nostro volto nel mondo».

“IL PD NON SI OCCUPA DI PECCATI «A Berlusconi alias Giuliano Ferrara voglio dire che il Pd non si occupa nè di reati nè di peccati ma dei problemi che ha l’Italia e del volto che il nostro Paese ha nel mondo». È quanto afferma il segretario del Partito democratico, Pierluigi Bersani, oggi a Milano aprendo la campagna elettorale per il candidato del centrosinistra alle prossime amministrative. «Dei peccati ci pensa la Chiesa e dei reati la magistratura che deve essere lasciata lavorare. Per questo diciamo a Berlusconi di fare un passo indietro se ha un minimo di responsabilità verso il suo Paese. Se i padri costituenti hanno scritto nella Costituzione che bisogna svolgere i ruoli pubblici con disciplina e onore -ha spiegato Bersani- non l’hanno certo scritto perchè erano dei puritani ma, e vorrei dirlo a Giuliano Ferrara, perchè conoscevano il fatto che fra funzione pubblica e comportamenti c’è una relazione che se salta per aria non puoi dare un messaggio al tuo paese sui problemi che ha e non puoi portare il suo volto nel mondo». «In questo paese abbiamo un sacco di problemi -ha proseguito Bersani- dall’occupazione ai redditi a una crisi seria e vera di cui non riusciamo ad occuparcene. Questo è il dramma -ha concluso- e bisogna che Berlusconi e chi gli sta attorno se ne rendano conto».

“NERVOSISMO E AGITAZIONE” «Certamente ci sono nervosismo, agitazione e tensione ma noi continuiamo a occuparci delle nostre cose». Così il leadere del Pd, Pierluigi Bersani, commenta la busta contenente alcuni proiettili indirizzata a suo nome. Segno dei tempi? «Spero proprio di no», ha risposto Bersani che oggi a Milano ha aperto ufficialmente la campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra alle prossime elezioni amministrative

fonte:leggo                       

BERSANI: “PREMIER LASCIA GLI AMBASCIATORI IN LACRIMEultima modifica: 2011-02-12T11:16:11+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento