RUBY, SOLDI ANCHE A NOEMI PROCURA: “LUNEDÌ O MARTEDÌ RICHIESTA DI RITO IMMEDIATO”

noemi.jpg

MILANO – Arriverà la prossima settimana, tra lunedì e martedì, il prossimo ‘colpo di scena’ nel caso Ruby, ovvero nell’inchiesta che vede il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi indagato per concussione e prostituzione minorile. Il procuratore della Repubblica di Milano, Edmondo Bruti Liberati,  ha infatti annunciato che «la richiesta di giudizio immediato per il premier sarà inviata al Gip verosimilmente lunedì o martedì».

SOLDI ALLA MADRE DI NOEMI Nuovo capitolo per il caso Ruby, o come chiamarlo si voglia. Non solo le papi girl beneficiavano dei soldi del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. A rispuntare fuori, dopo la storia delle feste di Arcore e del bunga bunga è Noemi Letizia, la bionda diciottenne di Casoria che arrivò prima di Patrizia d’Addario, delle feste a villa Certosa, a palazzo Grazioli e poi a villa San Martino. Come si legge sull’ Unità, dal conto corrente presso il Monte dei paschi di Siena, agenzia di Milano 2-Segrate, quello dove agiva il ragionier Spinelli – per conto del cavaliere – per soddisfare necessità, capricci e richieste della fanciulle dell’harem di Arcore, sono partiti bonifici per circa almeno ventimila euro anche a favore della signora Anna Palombo, la mamma di Noemi Letizia.

IL CASO DI NOEMI LETIZIA – Alcuni ricorderanno quando nel 2009 quando il premier compare alla festa dei diciott’anni di Noemi Letizia. Viene accolto come una rock star, si viene a sapere e scoppia lo scandalo. Noemi, intervistata, parla con affetto di “papi-Silvio, tutte lo chiamiamo così”. La allora moglie del premier Veronica Lario si infuria, Berlusconi ha “saltato” più volte i compleanni dei figli, che c’entra con la bionda, con le “vergini che si offrono al drago”? I giorni passano e Berlusconi divorzia e esce fuori che Noemi ha un fidanzato coetaneo che racconta di aver visto cambiare la “luce dei suoi occhi” mese dopo mese. Da quando Emilio Fede aveva mandato un book di foto della ragazzina a Berlusconi e il premier l’aveva chiamata direttamente al telefono: “Sai chi sono? Non mi riconosci? Hai un volto stupendo”. Così Noemi va da sola a Roma da Berlusconi e poi vola in Sardegna, per il capodanno, con un’amica, e non aveva ancora 18 anni compiuti. Berlusconi aveva evitato di rispondere alle dieci domande che ‘Repubblica’ allora gli rivolse, non aveva trovato scappatoie alle menzogne che aveva raccontato per giustificare la sua “amicizia” con Noemi. Come la circostanza, del tutto inventata, che il papà di Noemi fosse l’autista di Bettino Craxi. I soldi che ora spuntano fuori arrivano alla mamma di Noemi nel 2010, anno in cui non mancano altri scandali: Ruby Rubacuori, marocchina, accusata di furto, ‘diventa’ egiziana, e nipote di Mubarak. Il premier, assicura ai promotori della Libertà, non ha mai pagato una donna, altrimenti ne risentirebbe la sua “dignità”, e poi emergono una valanga di soldi per escort, show girl, papi-girl, donne”disperate”, con uno stillicidio di richieste, promesse, ricatti, conteggi.

Ci si chiede come mai, proprio in quest’anno, vengono fuori soldi che dal conto di Berlusconi arrivano a quello della madre di Noemi Letizia. Il conto da cui partono è quello acceso presso “lo sportello 20600, centro direzionale Va”. Vale a dire, la filiale “presso il Centro Direzionale Palazzo Vasari – Milano 2 – Segrate (cab 206003)”: è il conto ribattezzato del “bunga bunga”. È il conto dal quale partono 21 mila euro in due momenti separati per Nicole Minetti, consigliere regionale e igienista dentale. Partono da qui anche quelli per la cagliaritana Alessandra Sorcinelli, una show girl che ha ricevuto in tutto 160mila euro dal premier, sotto la voce “aiuto per gli studi”. Sempre da questa banca, non lontana dalla società Dolcedrago – che i deputati hanno vietato alla procura di perquisire – erano partiti nell’aprile 2008 – euro per un milione e mezzo a favore di Marcello Dell’Utri, sui suoi conti nella banca di Denis Verdini. E un milione e 450 mila euro in assegni circolari viene emesso da questo conto proprio nei giorni in cui Emilio Fede e Lele Mora – alla fine dell’estate scorsa – parlano di una somma da parte del premier di “uno e mezzo

fonte.leggo                 

RUBY, SOLDI ANCHE A NOEMI PROCURA: “LUNEDÌ O MARTEDÌ RICHIESTA DI RITO IMMEDIATO”ultima modifica: 2011-02-02T14:10:50+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento