IDV, DI PIETRO: “IL PREMIER SI PERSEGUITA DA SOLO Berlusconi telefona a Mattino Cinque video

di pietro-01-15_00-13-23.jpg

“Rispetto le indagini ma per favore, ci vengano risparmiati ulteriori mesi di avvitamento dell’Italia sui problemi di Berlusconi”. Così il segretario del Pd Pier Luigi Bersani commenta l’indagine aperta dalla procura di Milano che vede indagato il premier sul caso Ruby. “Abbiamo un premier in fuga dal Paese e da se stesso – ha detto Bersani – in fuga dal Paese perché il governo cosa sta facendo? E da se stesso perché è costretto ad aggirare responsabilità vere o presunte. E il paese non può permettersi questo”.

LONGO-GHEDINI,GRAVISSIMA INTROMISSIONE IN PRIVATO
– Una “gravissima intromissione nella vita privata del presidente del Consiglio senza precedenti nella storia giudiziaria del Paese”: così gli avvocati del premier, Piero Longo e Niccolò Ghedini, commentano l’indagine aperta contro Berlusconi dalla Procura di Milano, che definiscono “assurda e infondata” e basata su vicenda “già ampiamente smentite da tutti i testimoni e dai diretti protagonisti”.
“La nuova indagine nei confronti del Presidente del Consiglio da parte della Procura di Milano – affermano Longo e Ghedini – appare talmente assurda ed infondata in fatto ed in diritto che non meriterebbe commento alcuno”. “Si deve – aggiungono – però osservare che le ipotesi prospettate sono già state ampiamente smentite da tutti i testimoni e dai diretti protagonisti. Il depositare in questa fase parziale stralci di atti di indagine, fra cui moltissimi giuridicamente inutili e confezionati in chiara prospettiva accusatoria, fa apparire questa vicenda più mediatica che processuale, che non potrà che concludersi con una doverosa archiviazione”. “Si tratta in realtà di una gravissima intromissione nella vita privata del Presidente del Consiglio che non ha precedenti nella storia giudiziaria del Paese e che dimostra la insostenibile situazione dei rapporti con una certa parte della magistratura”, concludono.

SCHIFANI, NON HO NIENTE DA COMMENTARE – “Ho appreso la notizia due ore fa e non ho niente da commentare”. Lo ha detto il presidente del Senato, Renato Schifani, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano un commento sull’iscrizione nel registro degli indagati del premier Silvio Berlusconi per la vicenda di Ruby.

GASPARRI, GIUSTIZIA A OROLOGERIA? DITE VOI – “Il premier è sereno ed è a lavoro come sempre e come tutti noi”. Cosi Maurizio Gasparri, lasciando palazzo Grazioli dopo aver incontrato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, parlando con i giornalisti che gli chiedevano dell’iscrizione del registro degli indagati del Cavalieri. Del caso Ruby, ha aggiunto il capogruppo del Pdl al Senato, “se ne occupano gli avvocati”. Alla domanda se a suo avviso si possa parlare di giustizia ad orologeria, Gasparri ha risposto: “Beh guardate il calendario e giudicate voi…”.

DI PIETRO, BERLUSCONI ‘PERSEGUITATO’? DA SÉ STESSO – E’ la Procura di Milano a perseguitare Berlusconi o non è piuttosto Berlusconi a perseguitare sé stesso con i suoi comportamenti? Così Antonio Di Pietro commenta le notizie sul caso Ruby e le reazioni del centrodestra all’inchiesta su Berlusconi. “Diamo atto alla Procura di Milano – premette il leader dell’Idv – che ha aspettato la sentenza della Consulta proprio per non creare alcuna influenza, neanche nell’opinione pubblica. Poi, se permettete, non è colpa della Procura di Milano se deve accertare i fatti rispetto ad un fatto grave: il presidente del Consiglio nel ruolo e nella funzione che svolge telefona al Questore di Milano per dire che una minorenne è la nipote di Mubarak quando non è vero; e tutto ciò per coprire comportamenti non legittimi da lui commessi in precedenza”. “Allora ancora una volta: è la Procura di Milano che lo perseguita o lui che perseguita sé stesso?”, conclude Di Pietro.

BOCCHINO,ORA NON COMMENTIAMO,MAGISTRATURA STA LAVORANDO –
“Non commentiamo, ci occupiamo di politica. Ci sono delle perquisizioni in corso, la magistratura sta lavorando e non è corretto commentare. Per ora questo non ha nulla a che vedere con la politica, se ci saranno delle conseguenze le commenteremo quando sarà chiaro il quadro”. Così il capogruppo di Fli alla Camera Italo Bocchino, a margine di una conferenza stampa nella sede della fondazione Farefuturo, risponde ai cronisti che gli chiedono un commento alla notizia di Berlusconi indagato a Milano per il caso Ruby.

CAPEZZONE, SOLITO COPIONE, ACCUSE INVEROSIMILI –
“Dinanzi al consueto e logoro copione, fatto di fughe di notizie e di accuse inverosimili, i cittadini possono ancora una volta scegliere se indignarsi o sbadigliare. Sono certo che una sempre più vasta maggioranza di italiani abbia ben compreso cosa sia in gioco e si stringerà a sostegno del Presidente del Consiglio. E se ancora c’è qualcuno, nella politica e non solo, che pensa di sconfiggere Silvio Berlusconi per via giudiziaria, avrà ancora una volta cocenti delusioni”. Lo afferma in una nota il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone chiedendo se sia “possibile che a sinistra non vi siano più né garantisti (e questo non sorprende) ma neppure politici accorti, capaci di capire che la scorciatoia giudiziaria li porta in un vicolo cieco”

fonte:leggo                scelto da michele de lucia

IDV, DI PIETRO: “IL PREMIER SI PERSEGUITA DA SOLO Berlusconi telefona a Mattino Cinque videoultima modifica: 2011-01-15T09:42:00+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento