LOTTERIA ITALIA, IL VINCITORE È DISOCCUPATO CON 3 FIGLI

lotteria.jpg

Tre figli sono una benedizione del cielo, ma 5 milioni di euro aiutano pure. Questo deve aver pensato il papà siciliano con tre figli a carico che a Genova cercava lavoro e invece ha trovato una montagna di quattrini col biglietto della Lotteria Italia. A Genova li chiamano ‘palanchè ma fa lo stesso: 5 milioni si dice nello stesso modo a tutte le latitudini. Così stamani, quando alla tabaccheria Bertorelli di Genova Pegli si è saputo che il biglietto della lotteria Italia, altrimenti detta ‘della Befanà numero M 126172 era stato venduto proprio lì, è iniziata la sarabanda. Tutti si guardavano l’un l’altro con sospetto perchè a Pegli gli abitanti che frequentano quella tabaccheria sono 50 e si conoscono tutti. A spezzare il carosello di ipotesi è stato un fax scritto al computer con un identificativo remoto romano arrivato in tabaccheria. «Grazieeeee! volevo ringraziarvi per avermi dato la felicità. Sono un padre di tre figli, siciliano, ero a Genova per cercare il lavoro ma non l’ho trovato. Invece l’ho trovato a Roma e adesso vivo qui. Grazie, ho un futuro più sereno, vi ricorderò». Niente firma. Quindi, non sono stati nè il gommista nè il commerciante che stamani avevano il bandone inopinatamente chiuso a vincere quel sacco di ‘palanchè? Sembra di no, ma Pegli – una delegazione comunale ormai quasi periferia suburbana ostaggio del porto petroli – mal si rassegna: così tutti si sono improvvisati detective per cercare di ricostruire l’identikit del padre siciliano con tre figli. Comunque contento il tabaccaio Bertorelli che si era augurato di aver fatto felice chi ne avesse avuto più bisogno, e con tre figli al giorno d’oggi un poco di argent de poche fa sempre piacere. Contento anche perchè quella vincita gli dà diritto al 2% della somma totale (circa 100 mila euro). Soddisfatta sua moglie Angela Carta che sottolinea comunque come le lotterie istantanee come il ‘Gratta e vincì abbiano vieppiù strozzato la Lotteria Italia: 9,6 milioni di tagliandi, la metà rispetto ai 18,5 milioni venduti nell’edizione 2008. Un’agonia che potrebbe sterminare l’ultima befana nazionale. Comunque, anche se solo per oggi, Genova è diventata caput mundi del ‘fattore C’ anche perchè un secondo premio da 20 mila euro è stato vinto sempre a Genova Pegli. Il capoluogo ligure spezza così la supremazia di Roma che, in 15 anni (tanti sono gli anni di vita della Lotteria della Befana) ha maggiormente goduto di quella botta di ‘fattore C’ che ha portato alla vincita di prima categoria, assegnata nella Capitale per ben sette volte. Anche stavolta, il Lazio s’è preso tre dei premi maggiori finiti a Frascati, Gallicano nel Lazio, Roma città. Ma hanno vinto anche a Ceglie Massapica (Brindisi), Ascoli Piceno e Napoli. Spiccioli, magari. Ma gran begli spiccioli

fonte.leggo                

LOTTERIA ITALIA, IL VINCITORE È DISOCCUPATO CON 3 FIGLIultima modifica: 2011-01-08T08:33:16+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento