L’auto è sempre più hi-tech, da Bmw a Toyota le novità di Las Vegas

myford-touch-dash_671-351.jpg

Nell’immediata vigilia dell’evento molti erano arrivati a definire il Ces 2011 come una sorta di “show nello show”, nel senso che al solito affollato palcoscenico di novità in chiave consumer electronics se ne affiancava un secondo – l’Electric Vehicle TechZone – dedicato al mondo dell’automotive. E “car show” in effetti è stato, e non solo per i keynote dei Ceo di Ford (Alan Mulally prenderà il microfono oggi) e Audi (Rupert Stadler è intervenuto ieri), due case che hanno approfittato dell’occasione per mettere in bella mostra le rispettive elettriche Focus Bev e R8 e-tron Spyder. La kermesse hi-tech ha infatti messo in vetrina una lunga lista di soluzioni finalizzate a portare a bordo il mondo della mobilità e dell’infotainment digitale. Tante quindi le novità portate all’attenzione del grande pubblico solito a stropicciarsi gli occhi a Las Vegas fra mega schermi televisivi e avanguardie tecnologiche di vario genere e c’è chi fra gli addetti ai lavori non ha mancato di osservare come anche l’auto, ormai, sia diventata una sorta di grande gadget mobile. Che si muove seguendo le indicazioni delle mappe (in 3D) di Google e che porta i dati e le applicazioni residenti nello smartphone dentro il computer di bordo, mettendo a disposizione di chi sta al volante (e dei suoi passeggeri) un infinito palinsesto di informazioni in formato digitale, a portata di click.

General Motors, per esempio, ha affiancato ai modelli a basso impatto ambientale come la Chevrolet Volt, la dimostrazione live di diverse applicazioni pensate per rendere più facile e sicura la guida. Il sistema OnStar, in tal senso, ha registrato la new entry di uno specchio opzionale (da 299 dollari, che si sommano all’abbonamento mensile da 18 dollari) che permetterà anche ai possessori di auto non Gm di usufruire di chiamata d’emergenza automatica e add on quali vivavoce telefonico, localizzazione in caso di furto e navigazione satellitare.

Anche Ford ha messo l’accento sul fronte dei servizi e in particolare quelli erogati attraverso la piattaforma Sync, arricchitasi della compatibilità dell’applicazione AppLink, che permette di controllare via voce le funzionalità dello smartphone anche per l’iPhone di Apple (sarà disponibile gratuitamente al download per chi possiede una Fiesta) dopo che nei mesi scorsi tale opzione era stata attivata per telefonini Android e BlackBerry. Connettività “in car” ma non solo quindi, perché Ford parla apertamente di un ecosistema di app che al momento include i nomi di Pandora, Stitcher, Twitter e OpenBeak e che è destinato via via ad aumentare grazie al contributo degli sviluppatori (per cui è già stato rilasciato nei mesi scorsi apposito kit di sviluppo). Altra novità legata a Sync è l’interfaccia MyFord Touch, plancia di commando a tecnologia Led da cui poter attivare la navigazione satellitare, la sincronizzazione con lo smartphone o la riproduzione di brani

Una delle nuove tendeze che il Ces 2011 ha confermato è quella che prevede l’utilizzo on board di soluzioni grafiche all’avanguardia, le stesse utilizzate nei pc portatili multimediali di nuova generazione. Bmw, in tal senso, ha installato sulla serie 5 – ma della soluzione saranno interessate tutte le nuove vetture della casa tedesca, Mini e Rolls-Royce incluse – le Gpu di Nvidia con il fine mirato di migliorare sensibilmente la velocità di rendering nella visualizzazione in 3D delle mappe e di offrire una resa visiva eccellente (a 1280 x 600 pixel di risoluzione) dei contenuti riprodotti dal sistema di infotainment installato di serie. Lo stesso aveva già fatto Audi e a Las Vegas ha utilizzato i potenti processori a otto cervelli Tegra di Nvidia anche Tesla Motors, che sulla Sedan Model S elettrica (in produzione dal 2012) ha montato una console per l’intrattenimento e l’accesso alle informazioni inerenti lo status del veicolo (dai consumi di energia e il chilometraggio di cui l’elemento centrale è un display touchscreen da ben 17 pollici, il più grande mai salito a bordo di un auto di serie. L’obiettivo, come sopra, è il solito: offrire agli utenti la possibilità di visualizzare mappe in 3D, elementi infografici e video in alta definizione in standard Hd 1080p.

La lista delle “new entry” hi-tech ammirate al Ces 2011 non finisce certo qui e una fra le tante meritevoli di segnalazione è per esempio il nuovo servizio di assistenza telematica Blue Link (simile per concetto alle piattaforme OnStar di General Motors e Sync di Ford) che Hyundai ha associato a un’apposita app per smartphone per integrarlo con il sistema di navigazione presente a bordo delle Sonata. Con una duplice finalità operative: operare da centralina di assistenza sincronizzata con un call center cui inviare messaggi di emergenza con la posizione dell’auto in caso di incidente e fungere da vero e proprio cervello intelligente della vettura, a tutto vantaggio del conducente e di coloro che, per esempio, hanno accesso al profilo Facebook di quest’ultimo. Il servizio, in rampa di lancio per quest’anno, più avanti salirà a bordo delle nuove Velostar e dal 2014 su tutta la “line up” del produttore asiatico.

A Las Vegas, infine, ha voluto lasciare il segno anche Toyota, che ha svelato le funzionalità di Entune, un servizio di telematica on board, integrato con il motore di ricerca Bing di Microsoft, che permette di trasferire applicazioni da uno smartphone al sistema di infotainment dell’auto. Una volta installata l’apposita app sul proprio telefonino (Android, Blackberry o iPhone), il sistema sincronizza quest’ultimo con il computer e il navigatore di bordo ed ecco materializzarsi la possibilità di inviare comandi vocali per ascoltare la musica dalla libreria digitale di Pandora o di alcune selezionate Internet radio, prenotare il tavolo al ristorante con OpenTable o comprare biglietti per il cinema con MovieTickets.com. Entune, come gli altri sistemi di Ford e via dicendo, assicura inoltre l’accesso in tempo reale alle informazioni sul traffico, il prezzo del carburante, le quotazioni di Borsa e le previsioni meteo. La casa giapponese lo proporrà nei prossimi mesi come opzione su selezionati modelli.

fontesole24ore                  

L’auto è sempre più hi-tech, da Bmw a Toyota le novità di Las Vegasultima modifica: 2011-01-08T08:27:15+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento