SARAH, FRATELLO ATTACCA:FANGO DAI DENIGRATORI

satah.jpg

Più che il giorno del ricordo è stato quello delle polemiche, ma anche degli insulti. Della povera Sarah Scazzi, strangolata e scaraventata in un pozzo a soli 15 anni, si sono dimenticati quasi tutti. Gli avetranesi lo avevano capito da subito, perchè in città impazza la campagna elettorale e tra tre mesi si vota, e hanno snobbato la presentazione del calendario e del cd musicale in memoria di Sarah, voluti dal fratello Claudio che raccoglie fondi per far costruire ad Avetrana un canile dedicato alla sorella. Meno di un centinaio gli intervenuti all’iniziativa, che si è svolta nella stessa aula dove fu allestita la camera ardente per Sarah. Una decisione, quella di organizzare l’evento nella sala dei Caduti di Nassiriya anzichè nell’oratorio sant’Antonio, presa all’ultimo momento per motivi di opportunità dopo le polemiche che infuriano da giorni. La presenza di Claudio, che ha teneramente ricordato la sorella, è stata oscurata dal sindaco della città, Mario De Marco, e dall’ex tronista di Uomini e Donne, il salentino Giovanni Conversano, che hanno pensato a difendersi dalle polemiche sollevate dal presidente della pro loco di Avetrana, Emanuele Micelli, il quale ha denunciato la spettacolarizzazione dell’evento e ha censurato la partecipazione di un ex tronista alla presentazione del calendario. «Come possiamo dare un’ immagine positiva di Avetrana se sulla morte di una ragazzina si organizza una serata con un tronista?», si era polemicamente domandato Micelli scatenando la bagarre. Il primo cittadino di Avetrana ha risposto con rabbia. «Il presidente della pro loco – ha detto – deve chiedere scusa alla comunità avetranese e alla famiglia Scazzi perchè ha pescato nel torbido». Secondo il sindaco, erano state stampate dieci locandine per pubblicizzare l’iniziativa in oratorio e il tronista Conversano, tra gli artisti ritratti nel calendario, si era prestato gratuitamente. De Marco pretende anche «le scuse del direttore di Telenorba», Enzo Magistà, «uno scienziato che fa moralismo a tutto spiano», perchè – ha accusato polemicamente il primo cittadino – «insieme ad altri intellettuali italiani si è espresso e ha dato giudizi gratuiti senza essere informato». «La conferenza stampa di oggi – ha sottolineato De Marco – è finalizzata a chiedere le scuse di chi ha gratuitamente offeso la comunità avetranese». «Gli intellettuali – ha aggiunto – sono bravi a parlare, ma di intellettuali che fanno beneficenza ne conosco ben pochi». Sull’iniziativa, a causa delle polemiche, sono arrivate in Comune decine di lettere indignate di cittadini che esprimono – ha detto De Marco – «sentimenti di vergogna perchè si pensava che sul calendario ci fossero uomini nudi, che fosse un’ iniziativa diabolica». L’evento, invece, era finalizzato a ricordare Sarah e a raccoglie fondi per costruire un canile, «se mai si farà», ha tagliato corto il sindaco. Più pacato l’ex tronista Conversano che alla fine dell’ incontro si è fatto fotografare con alcune sue fans.«Sulla tragedia di Sarah – ha detto – c’è stata spettacolarizzazione ben più grave del calendario. Bene fa la famiglia di Yara a mantenere il silenzio sulla vicenda: quello è il modo più giusto per affrontare il dramma». Molto amareggiato è sembrato Claudio Scazzi: «Pensavo – ha spiegato – che l’esercito dei denigratori si fosse definitivamente messo a tacere. Purtroppo mi sbagliavo: sono stati gettati fango e ombre sulla trasparenza dell’iniziativa. Noi vogliamo fare solo un canile, senza polemiche e senza fango. Per ricordare Sarah». Infine sul fronte delle indagini, i difensori di Sabrina Misseri, la 23enne accusata assieme al padre Michele dell’omicidio di Sarah, hanno chiesto al gip di Taranto l’autorizzazione ad interrogare il contadino di Avetrana nell’ambito di indagini difensive. La decisione è attesa nei prossimi giorni

fonte:leggo               

SARAH, FRATELLO ATTACCA:FANGO DAI DENIGRATORIultima modifica: 2011-01-05T08:26:48+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento