Dalle banche al wi-fi, tutte le misure del decreto Milleproroghe dalla A alla Z

freccette-bersaglio-milleproroghe-672x351.jpg

Tre mesi in più per far emergere le “case fantasma”, sgravi fiscali anche nel 2011 per i benzinai e slitta ancora il cosiddetto “bonus maturità per far partire in vantaggio nei test d’accesso alle università a numero chiuso gli studenti con un percorso scolastico da 10 e lode. È arrivato in Gazzetta Ufficiale, la numero 303 del 29 dicembre 2010, il decreto-legge n. 225, che proroga tutta una serie di termini in scadenza entro il 15 marzo 2011. Il provvedimento è composto di soli 4 articoli e di una tabella, che contiene tutte le proroghe “non onerose”, cioè a costo zero per l’Erario. L’articolo 2 elenca invece tutte le proroghe “onerose”.

DOCUMENTI / Il testo del decreto Milleproroghe

Nel pacchetto di rinvii, spicca anche la sospensione fino al 30 giugno 2011 delle imposte a carico dei terremotati in Abruzzo la tolleranza “forzata” per i taxisti abusivi, che durerà almeno fino al 31 marzo 2011. Sì anche alla possibilità dei comuni – almeno fino al 31 marzo 2011 – di utilizzare il 75% del ricavato degli oneri di urbanizzazione per spese correnti. Vale a dire per manutenzione ordinaria del verde, delle strade e del patrimonio comunale. Ecco in 72 voci tutte le proroghe, onerose e non, contenute nel decreto Milleproroghe. Per facilità di lettura le voci non seguite dal riferimento dell’articolo sono le proroghe cosidette “non onerose” contenute nella tabella allegata al decreto-legge.

Abruzzo (articolo 2, comma 3). Per i terremotati dell’Abruzzo è sospesa la riscossione delle rate in scadenza tra il 1° gennaio e il 30 giugno 2011.

Agenzie fiscali (articolo 2, comma 18). Per il 2011 si prevede che il termine di approvazone dei bilanci e delle convenzioni è differito al 30 giugno dello stesso anno.

Appalti. Slitta fino al 31 marzo 2011 la possibilità che per la dimostrazione del requisito della cifra di affari realizzata con lavori svolti mediante attività diretta e indiretta, del requisito dell’adeguata dotazione di attrezzature tecniche e del requisito dell’adeguato organico medio annuo, il periodo di attività documentabile è quello relativo ai migliori cinque anni del decennio antecedente la data di sottoscrizione del contratto con la Soa per il conseguimento della qualificazione.

Attività intramuraria. Slitta al 31 marzo 2011 il termine ultimo assegnato dalla legge 120 del 2007 (il 31 gennaio 2011) per il definitivo passaggio al regime ordinario dell’attività libero-professionale intramuraria.

Autorità ambito territoriale ottimale. Slitta la soppressione degli Aato rifiuti e acqua.

Autotrasporto. Proroga del cosiddetto “ecobonus” per un importo pari a 30 milioni rinvenienti dalle risorse stanziate a favore dell’autotrasporto.

Banche popolari. Si prevede che nessun socio può detenere azioni in misura eccedente lo 0,50% del capitale sociale. La banca, appena rileva il superamento di tale limite, contesta al detentore la violazione del divieto. Le azioni eccedenti devono essere alienate entro il 31 marzo 2011; trascorso tale termine, i relativi diritti patrimoniali maturati fino all’alienazione delle azioni eccedenti vengono acquisiti dalla banca.

Benzinai (articolo 2, comma 5). Confermata anche per l’anno d’imposta 2011 la deduzione forfettaria dal reddito d’impresa degli esercenti impianti di distribuzione di carburanti. Saranno le Entrate a fissare i nuovi importi dello sgravio nel rispetto del limite di spesa complessiva di 24 milioni.

Bonus maturità. Slitta ancora la norma sulla valorizzazione del percorso scolastico per far partire in vantaggio nei test d’ingresso alle facoltà a numero chiuso gli studenti più bravi. Lo slittamento è, per ora, fino al 31 marzo 2011. Quindi è ancora possibile, in teoria, far partire la norma dall’anno accademico 2011-2012. Tutto ciò ovviamente a meno che un successivo Dpcm faccia slittare tutto a fine dicembre 2011.

Carta d’identità. Slitta al 31 marzo 2011 la previsione che i documenti di identità debbano essere muniti della fotografia e delle impronte digitali della persona a cui si riferiscono.

Case fantasma. Ci sono tre mesi in più per l’emersione delle case fantasma.

Comunicazione stipendi. Slitta al 31 marzo 2011 anche l’obbligo da parte dei sostituti d’imposta di comunicare mensilmente per via telematica i dati su retribuzioni e contribuzioni.

Consiglio nazionale della pubblica istruzione (Cnpi). Che viene prorogato fino al 31 marzo 2011.

Controlli sui circoli privati. Slittano al 31 marzo 2011.

Consiglio nazionale per l’alta formazione artistica e musicale (Cnam). Che viene prorogato fino al 31 marzo 2011, per garantire continuità nella delicata fase di completamento della riforma dell’alta formazione artistica e musicale.

Coperture finanziarie (articolo 3). Previste le coperture finanziarie per tutte le proroghe cosiddette “onerose”.

Crisi finanziaria (articolo 2, commi da 13 a 17). Si autorizza Bankitalia a prorogare o provvedere all’estensione della linea di credito già esistente per garantire all’Italia l’adempimento di obblighi internazionali sul fronte degli interventi del Fondo monetario internazionale. Su tali prestiti è accordata la garanzia dello Stato per il rimborso del capitale, per gli interessi maturati e per la copertura di eventuali rischi di cambio.

Diritti e concessioni aeroportuali. Slitta a marzo 2011 l’aggiornamento dei diritti aeroportuali al tasso di inflazione, non essendo ancora stati sottoscritti tutti gli accordi di programma, che rappresentano lo strumento necessario per fissare la dinamica tariffaria negli aeroporti. Proroga anche per le concessioni delle gestioni totali aeroportuali.

Dismissioni immobiliari a Roma (articolo 2, commi 7 e 8). Il governo prende un anno di tempo per la dismissione degli immobili. Nella procedura di alienazione sarà data priorità agli immobili della Difesa oggetto di protocollo d’intesa con il comune di Roma. Riviste anche le norme per l’indicazione della Sgr per il funzionamento dei fondi e le cessioni di quote.

Enea. Proroga del collegio dei revisori dei conti.

Entrata in vigore (articolo 4). Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Le Camere avranno due mesi di tempo per convertire definitivamente in legge il presente decreto.

Esami di abilitazione. Prorogata al 31 marzo 2011 la possibilità per i laureati “vecchio ordinamento” di poter sostenere le prove per l’ammissione alle professioni di dottore agronomo e forestale, architetto, assistente sociale, attuario, biologo, chimico, geologo, ingegnere e spicologo, secondo l’ordinamento previgente al Dpr 328 del 2001. Vale a dire sostenendo due prove d’esame, invece che le quattro previste dal citato decreto e potendo iscriversi a tutti i settori dell’albo professionale.

Fondazione Gaslini. Slitta al 31 marzo 2011 il rinnovo degli organi di amministrazione e controllo della fondazione Gaslini, in scadenza lo scorso 31 maggio, che dovranno essere costituiti da un numero non superiore, rispettivamente, a cinque e tre membri.

Fondazione triennale di Milano. Prorogata al 31 marzo 2011 la durata in carica del presidente.

Fondazioni lirico-sinfoniche. Proroga dei commissari straordinari fino al 31 marzo 2011.

Funivie. Slitta anche il termine per l’ammodernamento degli impianti a fune.

Gestione commissariale agenzia Torino 2006. In scadenza il 1° gennaio 2011, viene invece prorogata fino al 31 marzo 2011. Motivo: il rischio di ulteriore dispendio di tempo e costi per l’espletamento dell’attività amministrativa e contenziosa che il commissario sta attualmente gestendo e gradualmente portando al termine.

Giudici onorari. Prorogati al 31 marzo 2011, in attesa del provvedimento di riordino della magistratura onoraria.

Immobili difesa (articolo 2, commi da 10 a 12). Previsto in particolare il dirottamento di una parte dei soldi (fino al 42,5% del totale) derivanti dalla vendita di immobili della Difesa verso il fondo di ammortamento dei titoli di Stato.

Internet point (articolo 2, comma 19). Serve l’ok del questore.

Istituto superiore di sanità. Slitta al 31 marzo 2011, dal 28 febbraio 2011, l’obbligo della relazione annuale per il ministro della Salute predisposta dall’Istituto superiore di sanità.

Lavoro. In caso di sospensione dal lavoro o per crisi aziendale, viene prorogata la possibilità che tali lavoratori possano beneficiare dei fondi in deroga. Inoltre, sempre per fronteggiare la crisi, si consente di adeguare anche nel 2011 le norme che disciplinano i fondi di solidarietà per i settori non coperti dalla cassa integrazione.

Lavoro accessorio. Prorogata la possibilità, per i percettori di prestazioni integrative del salario o di sostegno al reddito, di offrire prestazioni di lavoro accessorio in tutti i settori produttivi, compresi gli enti locali e nel limte massimo di 3mila euro per anno solare.

Leva. Slitta anche il termine sulla sospensione dell’invio in congedo illimitato in caso di prolungamento della leva a seguito di dichiarazione di guerra o di grave crisi internazionale.

Mediocredito. Proroga della destinazione da parte del Cipe al fondo per il mediocredito centrale a favore delle pmi.

Nato. Proroga al 31 marzo 2011 per le assunzioni del personale civile Nato.

Oneri concessori. Slitta fino al 31 marzo 2011 la possibilità per i comuni di utilizzare il 75% del ricavato degli oneri di urbanizzazione per spese correnti. Vale a dire per manutenzione ordinaria del verde, delle strade e del patrimonio comunale.

Pay back farmaceutico. Proroga al 31 marzo 2011 della possibilità per le aziende farmaceutiche di sospendere la riduzione del 5% dei prezzi, compresi i farmaci immessi in commercio dopo il 2006.

Patenti di guida. Si applicano a decorrere dal 31 marzo 2011 le nuove norme che prevedono il superamento di una guida pratica del ciclomotore per ottenere la patente e che dovevano entrare in vigore il 19 gennaio 2011.

Personale marittimo e capitanerie di porto. Proroga per la riorganizzazione delle capitanerie di porto. E novità in vista anche per il personale marittimo, per consentire che l’imbarco di cittadini membri dell’Unione europea, destinati a ricoprire la funzione di comandante a bordo di navi italiane, possa avvenire in forza di un’attestazione dell’armatore in base alla conoscenza della lingua italiana e della normativa nazionale di settore.

Piano di rientro del debito di Roma (articolo 2, comma 9). Riscritte alcune norme sulla gestione commissariale del comune di Roma.

Pesca e acquacoltura. Proroga del primo programma triennale della pesca e dell’acquacoltura.

Poste. Slitta al 31 marzo 2011 l’inquadramento del personale in comando presso Poste italiane.

Potenziamento controlli in materia ambientale (articolo 2, comma 4). Sono prorogate le attività di controllo (e i relativi finanziamenti) del ministero dell’Ambiente, dell’Icram, e degli enti parco.

Prefetti. Proroga al 31 marzo 2011 del periodo minimo di servizio dei vice prefetti e viene confermato il potere dei prefetti in caso di inadempimento sui bilanci degli enti locali.

Programma nazionale statistico. Proroga al 31 marzo 2011 la validatità del programma statistico nazionale 2008-2010, in attesa del suo aggiornamento.

Proroghe non onerose (articolo 1). Slittano ope legis al 31 marzo 2011 tutti quei termini e regimi giuridici in scadenza entro il 15 marzo 2011 e che non comportano spese per l’Erario. Toccherà poi a uno o più decreti del presidente del consiglio dei ministri, d’intesa col Tesoro, allungare ulteriormente tale termine e portarlo fino al 31 dicembre 2011.

Pubblico impiego. L’efficacia delle graduatorie dei concorsi pubblici per assunzioni, approvate successivamente al 30 settembre 2003, è prorogata fino al 31 marzo 2011. Proroghe anche – alla medesima data – per la stabilizzazione e assunzione negli enti pubblici, corte dei conti, polizia di stato, vigili del fuoco e per i concorsi all’Ispra.

Quote latte. Proroga del commissario straordinario di controllo sull’assegnazione delle quote latte.

Raccolta differenziata in Campania. Slitta al 31 marzo 2011 la possibilità che le sole attività di raccolta, di spazzamento e di trasporto dei rifiuti e di smaltimento o recupero inerenti alla raccolta differenziata continuino a essere gestite secondo le attuali modalità e forme procedimentali dai comuni campani.

Regione Campania: piano di stabilizzazione finanziaria. Slitta al 31 marzo 2011 il termine (in scadenza il 31 dicembre 2010) per l’adozione del piano di stabilizzazione finanziaria della regione Campania, che dovrà essere approvato dal Tesoro. Tra gli interventi indicati nel piano la regione Campania può includere l’eventuale acquisto del termovalorizzatore di Acerra anche mediante l’utilizzo, previa delibera del Cipe, della quota regionale delle risorse del Fondo per le aree sottoutilizzate.

Reti di energia. Slitta al 31 marzo 2011 il termine per il raggiungimento dell’intesa tra Stato e regioni e province autonome in materia di reti di energia. Se non si trova l’accordo, interverrà il governo.

Ricognizione risorse regioni e province autonome. Slitta al 31 marzo 2011 l’adozione da parte di regioni e province autonome della riprogrammazione prevista dall’articolo 6-bis del decreto legge 112 del 2008, che definisce modalità, impiego e criteri per assicurare la qualità della spesa.

Riscossione locale con vecchio sistema. Rinnovata la gestione della riscossione per gli enti locali da parte dei “vecchi concessionari” in scadenza il 31 dicembre 2010 e prorogato l’obbligo di affidamento delle attività mediante procedure a evidenza pubblica.

Salva bingo. Prorogata al 31 marzo 2011 la norma che dispone che lesomme giocate vengano destinate per almeno il 70% a monte premi, per l’11% a prelievo erariale e per l’1% a compenso dell’affidatario del controllo centralizzato del gioco.

Segretari comunali. Sopravvive fino al 31 marzo 2011 il contributo dovuto all’agenzia per la gestione dell’albo dei segretari comunali.

Servizi antincendi negli alberghi. Slitta al 31 marzo 2011 il termine per completare l’adeguamento delle strutture alberghiere alle disposizioni antincendi.

Servizi e attività di investimento. Si prevede che finoal31 marzo 2011, la riserva di attività prevista dall’articolo 18 del Dlgs 58 del 1998 non pregiudichi la possibilità per i soggetti che, alla data del 31 ottobre 2007, prestino la consulenza in materia di investimenti, di continuare a svolgere il servizio di consulenza in materia di investimenti senza detenere somme di denaro o strumenti finanziari di pertinenza dei clienti.

Sicurezza sul lavoro. Slitta al 31 marzo 2011 il decreto del Lavoro, d’intesa con la protezione civile, per l’individuazione delle regole sulla sicurezza nei luoghi di lavoro per le organizzazione di volontariato della protezione civile, compresi i volontari di Croce Rossa, alpini e vigili del fuoco.

Situazione economica del Belpaese. Viene anticipata al 31 marzo 2011 il termine per il Tesoro di presentare la relazione generale sulla situazione economica del Paese per l’anno precedente.

Sportelli unici immigrazione. Rinnovati di un anno i contratti di lavoro per completare le procedure di emersione del lavoro irregolare. Costo dell’intervento: 19,1 milioni per il 2011.

Sostegno alle attività produttive. Le convenzioni in tema di gestione delle residue funzioni statali in materia di sostegno alle attività produttive previste dall’articolo 3 della legge 489 del 1993 nonché alle imprese colpite dalle eccezionali avversità atmosferiche e dagli eventi alluvionali del novembre 1994, possono essere prorogate, per motivi di pubblico interesse, non oltre il 31 marzo 2011 con una riduzione di almeno il 10% delle relative commissioni.

Studi di settore. Prorogati al 31 marzo 2011.

Tasse automobilistiche e Irap. Proroga al 31 marzo 2011 della validità delle leggi sulle tasse automobilistiche e Irap, al fine di garantire continuità nell’attività di assicurazione del gettito e sino all’entrata in vigore dei decreti attuativi del federalismo fiscale.

Tasse sospese in Veneto (articolo 2, comma 2). Fino al 30 giugno 2011.

Taxi e autonoleggio. Riviate a marzo 2011 le norme contro il servizio abusivo di taxi e di noleggio con conducente, in scadenza al 31 dicembre 2010.

Televisione. I soggetti che esercitano attività televisiva nazionale attraverso più di una rete non possono, prima del 31 marzo 2011, acquisire partecipazioni in imprese editrici di giornali quotidiani o partecipare alla costituzione di nuove imprese editrici di giornali quotidiani. Il divieto si applica anche alle imprese controllate o collegate ai sensi dell’articolo 2359 Codice civile.

Torna il finanziamento del 5 per mille (articolo 2, comma 1). In arrivo per il 2011 (con riferimento alle dichiarazioni dei redditi 2010) la proroga del 5 per mille. Avrà in dote 400 milioni, di cui 100 milioni da indirizzare per i malati di Sla.

Trasporto pubblico locale. Slitta al 31 marzo 2011 (dal 31 dicembre 2010) la cessazione delle gestioni di affidamento del trasporto pubblico locale in regime difforme da quello previsto dall’articolo 23-bis del decreto legge 112 del 2008.

Turn over università. Resta al 50% fino al 31 marzo 2011.

Verifiche sismiche. Slitta a marzo 2011 il termine per effettuare le verifiche sismiche sulle dighe di ritenuta.

Wi-fi. Slitta ancora, stavolta al 31 marzo 2011, l’accesso ai servizi erogati in rete dalle pubbliche amministrazioni con strumenti diversi dalla carta d’identità elettronica e della carta nazionale dei servizi.

fonte:sole24ore               

Dalle banche al wi-fi, tutte le misure del decreto Milleproroghe dalla A alla Zultima modifica: 2010-12-30T09:06:36+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento