Natale con la pioggia, scatta l’allerta-In Veneto ritorna l’incubo alluvione

venezia.jpg

Vigilia di Natale sotto la pioggia su tutta la Penisola con precipitazioni e temporali soprattutto al Nord. È stata una notte di paura quella appena trascorsa a Vicenza. A ponte degli Angeli il livello del fiume Bacchiglione, che attorno alle 23 era sceso a 4.80 metri,

dopo essere arrivato del pomeriggio di ieri a 5.20, a causa delle persistenti piogge è aumentato progressivamente nelle ore successive sino ad arrivare a un massimo di 5.34 metri nelle prime ore del mattino, ad alcune decine di centimetri dal rischio di alluvione.

Il meteo. Anche le temperature sono in diminuzione. Secondo le previsioni della Protezione Civile, sarà molto nuvoloso o coperto, con piogge sparse, a tratti intense, specie sulle aree alpine e prealpine centro-orientali e sull’Appennino di Emilia-Romagna. I fenomeni lungo le coste potranno risultare anche sotto forma di rovescio o di temporale; nevicate intorno ai 2000 metri; graduale attenuazione della nuvolosità e dei fenomeni nel tardo pomeriggio sulla Valle d’Aosta e sulle aree pianeggianti del Piemonte. Nuvoloso o molto nuvoloso su Sardegna,Toscana, Umbria e Lazio, con previste piogge sparse e isolati temporali, specie nelle zone interne appenniniche.

Dal pomeriggio tendenza alla variabilità ad iniziare dall’isola; cielo irregolarmente nuvoloso su Marche e Abruzzo, con deboli piogge o rovesci sparsi. Irregolarmente nuvoloso su Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia, con piogge e isolati temporali; nuvolosità variabile a tratti intensa sulle altre regioni, con piogge e rovesci in particolare a ridosso dei rilievi, dove si prevedono fenomeni anche temporaleschi. Temperatute in generale diminuzione nei valori massimi e nelle minime serali sulle regioni centrali e sulla Campania.

Venti di burrasca dai quadranti occidentali sulle isole maggiori, con raffiche fino a burrasca forte specie sulla Sardegna; forti dai quadranti occidentali sul Lazio e sulle regioni meridionali della penisola, con tendenza a rinforzare ulteriormente fino a burrasca specie sui settori tirrenici ed appenninici e sulla Puglia;

inizialmente forti sud-orientali sui versanti adriatici centro-settentrionali, in rapida attenuazione; deboli variabili altrove. Molto agitati il mare e il Canale di Sardegna; molto mossi, tendenti ad agitati, i restanti bacini occidentali e lo Ionio, fino a molto agitati il Tirreno centro-meridionale e lo Stretto di Sicilia; agitato l’Adriatico meridionale; molto mosso l’Adriatico centro-settentrionale, con moto ondoso in attenuazione a partire dal comparto settentrionale

fonte.ilmattino

Natale con la pioggia, scatta l’allerta-In Veneto ritorna l’incubo alluvioneultima modifica: 2010-12-24T11:49:07+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento