Mario Monicelli suicida a Roma/Foto-Video

20101129_moni5.jpg

Il mondo del cinema sotto choc, il padre della commedia all’italiana
aveva 95 anni. Era ricoverato per un tumore alla prostata

Il regista Mario Monicelli si è ucciso lanciandosi dal quinto piano del reparto di urologia dell’ospedale San Giovanni di Roma, dove era ricoverato. Monicelli si è lanciato dal balcone del nosocomio romano intorno alle 21.00 di oggi. Il regista aveva 95 anni ed era ricoverato per un tumore alla prostata. Anche suo padre Tommaso, noto scrittore e giornalista, si era tolto la vita nel 1946.

Il corpo di Monicelli – che era ricoverato da ieri – è stato trovato dagli addetti sanitari a terra, disteso nei viali vicino alle aiuole, a pochi metri dal pronto soccorso. Il cadavere era coperto da una lunga busta bianca. Al quinto piano, a una decina di metri di altezza, c’è la finestra accesa dalla quale si è lanciato il regista e per alcuni momenti una persona è rimasta affacciata.

Negli ultimi mesi Monicelli ha abbracciato la protesta dello spettacolo contro i tagli alla cultura, ha incitato i giovani a ribellarsi per un futuro migliore, si è lamentato che il cinema di oggi non riusciva a raccontare l’Italia come è, ma stasera non ce l’ha fatta a guardare al suo futuro.

Proprio in questi giorni a New York è stato presentato in chiave retrospettiva un dei film del neorealismo di Mario Monicelli, «Risate di Gioia», con Anna Magnani. Il film rientra nell’ambito della retrospettiva che il Linclon Center dedica alla figura di Suso Cecchi D’Amico, che lavorò con Monicelli alla sceneggiatura del film. «Risate di gioia» è stato presentato insieme a una serie di altri sei film del neorealismo italiano.

Mario Monicelli suicida a Roma/Foto-Videoultima modifica: 2010-11-30T11:01:13+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento