Vegas nuovo presidente della Consob, le critiche di Fli, Pd e Idv. Catricalà all’Autorità dell’energia

 

Ecco chi è il nuovo presidente della Consob

Catricalà è il nuovo presidente dell’Autorità dell’energia

Giuseppe Vegas, viceministro dell’Economia, è stato nominato presidente della Consob. La nomina è stata ratificata dal Consiglio dei ministri, confermando le attese della vigilia dopo l’annuncio del presidente dl Consiglio, Silvio Berlusconi. La poltrona dell’autorità che vigila su Borsa e società quotate era vacante dal 30 giugno.

«Partire è un po’ morire». Così il neo presidente della Consob ha chiuso il suo intervento nell’Aula della Camera dove sono in corso le votazioni sul ddl Bilancio.«Poiché sono stato chiamato ad altro incarico, ringrazio il governo e credo non sia opportuno continuare qui dando il parere su questo emendamento. Perdonatemi se in qualche occasione ho infastidito qualche collega per non aver sempre dato un entusiatico parere positivo a questo o quell’emendamento. Vi ringrazio per il lavoro fatto. Come dice il poeta, partire è un po’ morire».  

Vegas ha anche ricevuto gli auguri del presidente del Senato, Renato Schifani, («La tua esperienza e la tua straordinaria competenza ti consentiranno di adempiere al meglio questo difficile e cruciale compito») e le congratulazioni del presidente della Camera, Gianfranco Fini: «Sono certo di interpretare il sentimento dell’Aula riconoscendo all’onorevole Vegas stima e considerazione che si è conquistato in questi anni, formulandogli auguri per il nuovo e prestigioso incarico».

«Per usare un eufemismo – ha commentato il segretario del Pd, Pierluigi Bersani – penso che sia poco elegante transitare da un ruolo di governo a quello di autorità, ma detto questo, come gli ho ricordato anche personalmente, certamente Vegas è una persona che ha caratteristiche personali e professionali adeguate».

L’intervento di Massimo Donadi, capogruppo dell’Idv si è incentrato, criticandole aspramente, sulle modalità della scelta. Dopo aver sottolineato ripetutamente le qualità professionali e umane di Vegas, Donadi ha sottolineato che «a livello di opportunità e di metodologia di scelta non approviamo il fatto che governo abbia provveduto a intervenire indicando una persona che, al di là delle innegabili qualità, passa dalla funzione di Governo a quella di garanzia. Questa commistione è un pessimo esempio che questo governo ancora una volta dà della gestione del bene pubblico, del bene collettivo. Non ha il senso delle istituzioni, il senso di quello che è l’elemento più qualificante e pregnante della democrazia, la separazione delle funzioni. Vegas in questo é vittima, non certo una persona da condannare».

Critico anche il commento del vicepresidente dei deputati di Futuro e libertà, Benedetto della Vedova. «Sono molto contento per la nomina di Vegas, è un galantuomo e farà benissimo il suo lavoro, lo dissi a suo tempo. Non voglio essere inutilmente polemico ma registro che la vera notizia, così come nel giorno della nomina di Romani allo sviluppo economico, è che per mesi il governo non è stato in grado di nominare il presidente della Consob. Per altro scegliendo alla fine un membro stesso del governo. Come per Romani, non sono andati molto lontano». Ai microfoni di Cnr Media, Della Vedova ha aggiunto: «È una delle dimostrazioni plastiche delle incapacità di questo esecutivo Berlusconi, che non sa decidere nemmeno quando la scelta non richiede molta fantasia ma solo la voglia di occuparsi dei problemi».

Quanto ai tempi dell’insediamento, «potrebbe anche essere prima di gennaio. Conto che avvenga entro l’anno – ha auspicato il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, il quale, esprimendo i suoi personali complimenti nei confronti del vice ministro dell’Economia, ha valutato Vegas come persona «assolutamente adeguata ad un compito così importante». (Al.An.)

fonte:sole24ore

                       

Vegas nuovo presidente della Consob, le critiche di Fli, Pd e Idv. Catricalà all’Autorità dell’energiaultima modifica: 2010-11-19T08:15:57+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento