Mazzarri: «Cavani non gioca a Cagliari»Paolo Cannavaro: slitta ancora il rinnovo

Stiamo giocando tanto, negli ultimi 29 giorni, quando finiremo questo ciclo contro la Lazio, avremmo disputato otto partite contro avversari di grande livello. Senza dimenticare squadre come il Brescia che poi vanno a pareggiare a San Siro. Devo tener conto, nella scelta dei giocatori, non solo Cagliari ma anche la sfida dell’Olimpico contro la Lazio. Bisogna fare delle previsioni sui potenziali infortuni, quando un giocatore è impiegato troppo».

Lo ha detto il tecnico del Napoli, Walter Mazzarri alla vigilia della sfida esterna al Sant’Elia di Cagliari. «L’allenatore, che non nega complimenti al suo staff e lo fa proprio guardando ai tanti infortunati delle varie compagini italiane, anche domani darà vita ad un “mini turnover” tenendo presente che domenica si torna in campo contro la capolista Lazio all’Olimpico.

«Maggio, Dossena e Cannavaro li ho tenuti a riposo per averli freschi nelle prossime due partite. C’è anche qualche acciaccato, tipo Cavani, che devo valutare».

Cannavaro. In scadenza di contratto a giugno del 2011, il capitano del Napoli, Paolo Cannavaro, attende ancora di conoscere il suo futuro. Intervistato da calciomercatoweb.it, l’agente del difensore Enrico Fedele, che aveva auspicato un chiarimento definitivo entro fine novembre, ha fatto il punto della situazione sul suo assistito. “Non c’è nessuna novità, ma nel calcio si sa, quello che non avviene in un anno, può concludersi in un solo giorno. Ho parlato di fine novembre, ci siamo quasi. Io sono sempre stato un realista con ottimismo, attendiamo che si chiarisca bene la cosa. Se ho mai immaginato un futuro di Paolo lontanto da Napoli? Sinceramente no. Nel momento in cui inziassi a farlo, vorrebbe dire che al 99% non c’e’ piu’ nulla da fare per il rinnovo”. Fedele allontana, comunque, un adido a gennaio

Mazzarri: «Cavani non gioca a Cagliari»Paolo Cannavaro: slitta ancora il rinnovoultima modifica: 2010-11-10T08:27:23+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento