Terzigno Tafferugli e blocchi, autobus bruciato Emergenza rifiuti

Ancora una notte di tensione nel Vesuviano con tafferugli tra manifestanti e forze dell’ordine ed un autobus di una società di trasporto pubblico bruciato. Sono 41 al momento i camion di rifiuti che hanno sversato nella discarica Sari a Terzigno (Napoli) vicino Pompei . Sulla zona della rotonda di via Panoramica che conduce allo sversatoio c’é un gruppo di manifestanti ma la situazione è al momento tranquilla.

Secondo quanto si apprende, altri mezzi sono stati rimandati indietro perché devono conferire i rifiuti negli altri sversatoi individuati nell’ordinanza d’urgenza adottata ieri dal governatore della Campania, Stefano Caldoro. Un autobus della società Eav è stato dato alle fiamme in via Nazionale Passanti, all’interscambio tra diversi comuni vesuviani, in una zona diversa dalla rotonda di via Panoramica dove da giorni manifestano i cittadini, isolata da ieri a causa di un blocco di circa 200 metri formato da materiali di risulta, vecchi mobili, reti e paletti. Subito dopo l’incendio, sono scoppiati tafferugli tra manifestanti e forze dell’ordine. Diversi altri blocchi restano sulle strade che portano alla discarica.
 Aria irrespirabile in diversi comuni del Vesuviano. Per diversi chilometri si avvertono, infatti, i miasmi provenienti dalla discarica Sari di Terzigno, nel Napoletano. Da settimane, infatti, le proteste dei residenti riguardano sia l’eventuale apertura di un secondo sito in località Cava Vitiello, sempre a Terzigno, che il cattivo odore che in diverse ore del giorno si avverte e che, raccontano nei comuni vesuviani, ha reso molto difficile la scorsa estate.

newTerzigno__Tafferugli_E_Blocchi_Autobus_Bruciato_.jpg
Terzigno Tafferugli e blocchi, autobus bruciato Emergenza rifiutiultima modifica: 2010-10-21T08:11:59+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento