Ghizzoni è il nuovo Ceo di Unicredit. Ritratto dell’uomo che prende il posto di Profumo

ghizzoni_reuters672x351.jpg

Il Cda di Unicredit ha nominato Federico Ghizzoni amministratore delegato. Il consiglio di oggi non ha invece indicato un direttore generale, rivelano le agenzie di stampa.

Per una parte dell’establishment della city milanese, il cuore finanziario del paese, quella di Federico Ghizzoni è una figura outsider. Ma nell’inner circle della banca, il suo nome è legato all’espansione internazionale. Perché il top manager, classe 1955, e attuale capo della divisione europea orientale (Cee Banking Operations), non solo ha fatto tutta la carriera dentro Piazza Cordusio, ma perché a lui è in qualche modo associato l’allargamento verso Est.

Di origini piacentine con una laurea in giurisprudenza, il nuovo ceo è sbarcato in UniCredit, allora Credito Italiano, nel 1980 ricoprendo vari ruoli e mansioni a cominciare da quello di Customer Relations Manager in una filiale di Piacenza.

La svolta, quella che in prospettiva lo catapulterà ai vertici della banca, avviene molti anni dopo il suo ingresso nell’istituto, nel 2003. All’epoca Ghizzoni aveva già esperienza internazionale, in Polonia a capo di quella Bank Pekao che è stato il primo tassello della campagna est-europea di UniCredit: nel 2000, quando la banca acquisì l’istituto polacco fu scelto proprio Ghizzoni come la figura più adatta. Sette anni fa l’ormai ex ad Alessandro Profumo decise poi di affidargli un altro incarico internazionale: dopo la Polonia, c’era da sondare una nuova frontiera, la Turchia.

Ghizzoni arriva nel paese per Koc Financial Services, la joint venture che UniCredit ha messo in piedi alleandosi con una delle più influenti famiglie turche, i Koc appunto. Ghizzoni stringe un legame di ferro con il socio turco, e i rapporti sono così buoni che la Koc Financial conquisterà il big bancario Yapi Kredi, il primo istituto di credito turco su scala nazionale interamente privato nato nel 1944. Dopo le due esperienze fortunate all’estero (a cui si aggiungono anche Londra e Singapore per completare il quadro), il banchiere torna a Milano nel 2007 per far parte del board della divisione dedicata alla “Nuova Europa” con la carica di Senior Executive Vice President. L’anno scorso, poi, sale a capo della divisione stessa e ora, dopo dodici mesi, si prepara a salire sul gradino più alto. Dopo 21 anni dall’ingresso in banca. (R. Fi.)

fontye:sole24ore              

Ghizzoni è il nuovo Ceo di Unicredit. Ritratto dell’uomo che prende il posto di Profumoultima modifica: 2010-09-30T17:43:16+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento