Jp Morgan punta al grattacielo (vuoto) che fu di Lehman Brothers. Ecco le sedi delle 20 più grandi banche al mondo

Meglio un uovo oggi o una gallina domani? Se lo stanno chiedendo quelli di Jp Morgan Chase, la seconda banca più grande al mondo (dopo la selezione naturale della bolla dei derivati subprime) con una capitalizzazione di 122 miliardi di euro. I vertici dell’istituto americano sono indecisi sulla scelta della nuova sede londinese, combattuti dall’amletico dubbio: meglio costruire un nuovo grattacielo o puntare, niente popò di meno, su quella che fu la sede londinese di Lehman Brothers ?

Il “piano A” era orientato verso la prima opzione. Tanto che a fine 2008 Jp Morgan ha raggiunto un accordo con Canary Wharf Group (Cwg), la società immobiliare che gestisce la maggior parte degli edifici che hanno rivitalizzato negli ultimi 20 anni la City finanziaria londinese, per la costruzione di un nuovo grattacielo. Ma il progetto, da 1,5 miliardi di sterline, non è ancora decollato. Secondo fonti vicine all’istituto, che dà lavoro all’ex primo ministro britannico Tony Blair in qualità di consigliere, il ritardo sarebbe anche dovuto alle resistenze di alti funzionari governativi verso gli investimenti nel settore finanziario, considerato il responsabile dell’ultima grande crisi economica. Resistenze per le quali i vertici di Jp Morgan sarebbero irritati dato che (forse) si aspettavano una maggiore apertura dopo l’ingresso “politico” di Tony Blair nello staff dell’istituto. Fonti riferiscono, infatti, che già l’anno scorso i vertici di Jp Morgan avrebbe considerato l’ipotesi di abbandonare il progetto di costruire un nuovo edificio sulle voci di un inasprimento fiscale e di una dura campagna contro i banchieri in arrivo.

Per questo motivo sono in aumento le quotazioni del “piano B” che prevede il trasferimento nel grattacielo londinese che fu di Lehman Brothers (in 25 Bank Street a Canary Wharf, il quartiere finanziario di Londra) che, dopo la bancarotta dell’istituto nel settembre 2008, è stato rilevato da Nomura e da PricewaterhouseCoopers. E che, aspetto da non trascurare, ad oggi risulta inutilizzato. Questa opzione, secondo molti analisti, sarebbe la più vantaggiosa sia per Jp Morgan che per Cwg perché per la prima porterebbe un grande risparmio di costi mentre la seconda tornerebbe a far fruttare uno stabile attualmente “disabitato”. Certo, resta da capire se i vertici di Jp Morgan credano nei fantasmi. Ma è chiaro che in tempi di crisi la scaramanzia non conta.

In ogni caso, qualunque essa sarà, la scelta di Jp Morgan di rafforzare la propria presenza londinese potrebbe servire a smarcare le polemiche legate alla recente tendenza di molti istituti finanziari a puntare più verso luoghi, come Singapore e Hong Kong, che prevedono un regime fiscale e una regolamentazione meno rigidi.

I palazzi più belli. Mentre Jp Morgan decide il proprio futuro londinese, Bank of America, la terza banca al mondo con una capitalizzazione da 105 miliardi di euro (la prima è la britannica Hsbc che ne vale 140,2 miliardi e la seconda Jp Morgan a quota 122), si gode la propria mastodontica sede a Charlotte, nel Nord Carolina: un grattacielo di 265 metri, completato nel 1992. È al 26esimo posto nella classifica delle costruzioni più alte negli Stati Uniti e, dal punto di vista architettonico, evoca l’Empire State Building di New York (guarda la gallery delle sedi delle più grandi banche del mondo). E che dire della sede di Goldman Sachs a 200 West Street a Manhattan o di quello di Wells Fargo a San Francisco? Ma i grattacieli non sono solo americani. Tra le costruzioni più belle spiccano anche le Torri della francese Société Générale, erette nel 1995 nel quartiere La Defense, ad ovest di Parigi. E, restando in Europa ma spostando lo sguardo a Francoforte, non passano inosservate neppure le Twin Towers di Deutsche Bank, alte 155 metri e completate nel 1984. Ma in Germania nessuno le conosce come Torri Gemelle perché da quelle parti le chiamano Debito e Credito (guarda la gallery delle sedi delle più grandi banche del mondo). E c’è poi chi, come Bnp Paribas, punta sul fascino delle costruzioni storiche come dimostra la sua sede principale nel romantico quartiere italiano di Parigi.

fonte:sole24ore          

Jp Morgan punta al grattacielo (vuoto) che fu di Lehman Brothers. Ecco le sedi delle 20 più grandi banche al mondoultima modifica: 2010-09-20T17:39:28+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento