Inter, solo un pari in Olanda-Non bastano Sneijder-Eto’o

 La squadra di Benitez pareggia 2-2 contro il Twente all’esordio in Champions League. Vantaggio del fantasista al 14′ pt. Solo 6′ dopo arriva l’1-1 di Janssen con una punizione magistrale. Al 30′ un autogol di testa di Milito dà il vantaggio agli olandesi ma Eto’o trova il pareggio al 41′ pt. Nella ripresa i nerazzurri provano a vincere ma il gol vittoria non arriva

L’Inter ha pareggiato 2-2 sul campo del Twente nell’esordio in Champions League da campione in carica. La squadra di Rafael Benitez ha sofferto tantissimo nel primo tempo, chiuso in parità solo grazie ad una magia di Samuel Eto’o, abile nel chiudere in gol con un preciso tiro da destro dal limite dell’area. In precedenza la squadra di Preud’homme era andata addirittura in vantaggio ribaltando il gol di Wesley Sneijder al 14′ del primo tempo. Poi, al 20′ pt, una stupenda punizione di Janssen dai 20 metri aveva portato il punteggio sull’1-1 e successivamente un autogol di uno spento Milito (altra prestazione in difficoltà per l’argentino) aveva dato l’incredibile, quanto inaspettato vantaggio alla formazione campione d’Olanda. Il 2-2 di Eto’o, in ogni caso, sembrava far pensare ad una ripresa più tranquilla per Zanetti e soci, soprattutto quando Cambiasso, seppur in maniera un po’ casuale, aveva colpito la traversa.

SECONDO TEMPO IN SOFFERENZA – Nel secondo tempo, invece, le maglie della difesa tulipana si sono chiuse in maniera più ermetica e né le discese di Maicon (Zanetti più bloccato sull’altra fascia) né il doppio ingresso in campo di Coutinho e Muntari (al posto di Pandev, infortunato, e Milito) ha permesso alla formazione nerazzurra di strappare un successo che sarebbe stato molto importante ai fini della qualificazione. Unica grande occasione quella di Mariga al 29′ il quale, con un tiro incrociato di destro dall’interno dell’area di rigore, ha sfiorato la rete del 3-2 che alla fine, per quanto visto sul terreno di gioco, sarebbe stato anche meritato da parte dei campioni d’Europa. Alla fine, dunque, esultano solo il Twente e i suoi tifosi (letteralmente impazziti al fischio finale dell’arbitro Proença), mentre per l’Inter è un’altra serata in cui le ombre hanno la prevalenza sulle luci. Per Benitez e lo staff tecnico nerazzurro c’è ancora molto da lavore per trovare il miglior smalto della passata stagione

Inter, solo un pari in Olanda-Non bastano Sneijder-Eto’oultima modifica: 2010-09-15T08:13:13+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento