Sacerdote trovato ucciso-nella campagna barese

E’ giallo sulla morte di don Francesco Cassol, 55 anni, parroco di Longarone nel bellunese: giunto in Puglia per un ritiro spirituale insieme a un gruppo di giovani, è stato colpito all’addome da una pallottola di fucile. L’assassino potrebbe essere fuggito in auto

Il cadavere di un prete di 55 anni – don Francesco Cassol, parroco di Longarone in provincia di Belluno – è stato trovato nelle campagne di Altamura. L’uomo è stato ucciso con un colpo di fucile all’addome.

Il sacerdote, a quanto si è saputo, aveva organizzato il Raid Goum (i Goum sono gruppi di fedeli
laici che durante i periodi di vacanza svolgono settimane di cammino, preghiera e digiuno all’aria aperta, accompagnati da sacerdoti) dal 18 al 26 agosto. Era a capo di una ventina di giovani con i quali dormiva nei sacchi a pelo nelle campagne di quello che gli stessi partecipanti, definiscono il “deserto pugliese”. Stando ai primi accertamenti degli investigatori, il prete raggiunto da un unico colpo d’arma da fuoco. Sul posto sono al lavoro i carabinieri del comando provinciale di Bari e agenti della polizia di Stato.
 
Stando alle prime informazioni raccolte dai carabinieri e dal magistrato attorno alla mezzanotte alcuni giovani che dormivano nelle campagne accanto a don Cassol hanno sentito un rumore, hanno visto una persona che si allontanava in tutta fretta e hanno udito a poca distanza il rombo del motore di un’auto. Nessuno però si è alzato e ha pensato di verificare cosa fosse accaduto. Al risveglio alcuni giovani si sono accorti che il sacerdote  era morto:solo dopo l’arrivo dei carabinieri hanno realizzato che il rumore sentito la sera prima potesse essere un colpo d’arma da fuoco.

La pallottola ha perforato il sacco a pelo e ha ferito il prete all’addome, uccidendolo in poco tempo. Una più esatta dinamica dei fatti sarà fornita dall’autopsia che dovrebbe essere compiuta domani dal medico legale dell’università di Bari.

repubblica

Sacerdote trovato ucciso-nella campagna bareseultima modifica: 2010-08-22T13:06:47+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento