Nuovo dramma nel mare della Campania Collisione tra imbarcazioni a Palinuro morta una donna, cinque persone ferite

20100820_calafetente.jpg

L’imbarcazione su cui si trovava la vittima sarebbe stata speronata da poppa da un natante della lunghezza di 10 metri

 Una donna di 49 anni Maria Angri, residente a Marigliano, è morta a seguito di una collisione in mare tra due barche da diporto lunghe entrambe meno di dieci metri. La tragedia è avvenuta a Capo Palinuro a circa 300 metri dalla spiaggia del Buon Dormiente.
Sulla barca dove si trovava la donna c’erano altre cinque persone, sull’altra barca c’erano otto persone, tutte residenti nel Napoletano. L’impatto tra le due imbarcazioni ha fatto sbalzare in acqua la donna. Proprio in quel momento si trovavano in navigazione una motovedetta e due gommoni della Guardia costiera di Palinuro e di Salerno. Le tre imbarcazioni che stavano prendendo parte all’operazione ‘Mare sicuro’ in pochissimo tempo hanno raggiunto le due barche. La donna, residente a Marigliano, è stata portata a bordo della motovedetta e successivamente prelevata da un’eliambulanza che l’ha trasportata in ospedale ma durante il tragitto è morta.

Altre due persone sono rimaste ferite in modo grave ma non in pericolo di vita. L’imbarcazione dove si trovavano le sei persone è stata condotta un porto da un marinaio della Guardia costiera, l’altra è stata scortata da un’imbarcazione della Guardia costiera e portata a Capo Palinuro. I militari stanno svolgendo accertamenti per cercare di chiarire le responsabilità di questa tragedia.

Una tragedia che ripropone il tema mai risolto della sicurezza in mare per (e tra) i diportisti, dopo gli incidenti mortali dello scorso anno a Sorrento e a Nisida e Capri in cui morirono un parroco della diocesi di Pozzuoli, don Luigi Saccone e suo fratello

ilmattino

Nuovo dramma nel mare della Campania Collisione tra imbarcazioni a Palinuro morta una donna, cinque persone feriteultima modifica: 2010-08-20T23:11:33+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento