Mosca, allarme bomba al Wtc

Evacuato il World Trade Center dopo una telefonata

MOSCA – A Mosca gli uffici del World Trade Center, che si trova lungo la Moscova a poche centinaia di metri dalla Casa Bianca – la sede del governo russo – sono stati evacuati in seguito ad una telefonata anonima, ricevuta dalla polizia di Mosca, che annunciava la presenza di un ordigno. Lo riferisce l’agenzia Interfax citando una fonte ufficiale di polizia. Gli agenti sono accorsi sul posto, anche con unità cinofile, per ispezionare tutto il complesso, che comprende anche il vicino hotel Mezhdunarodni, sede spesso di congressi internazionali. Nella capitale intanto sono state rafforzate le misure di sicurezza, in seguito ai due attentati messi a segno ieri nell’Ossezia del nord (due agenti morti e tre feriti) e a Piatigorsk, nella regione meridionale di Stavropol (una trentina di feriti). La sorveglianza è stata aumentata nella metro, nelle stazioni ferroviarie e nei mezzi pubblici. Attenzione particolare è rivolta al controllo delle persone dall’aspetto caucasico.

CRESCE IL LIVELLO D’ALLERTA – L’allerta, che ha monopolizzato l’attenzione dei media russi, è scattato dopo l’attentato di Piatigorsk, nella regione di Stavropol, nel Caucaso russo settentrionale, dove 29 persone sono rimaste ferite nell’esplosione di un’autobomba, che ha ridotto in macerie un bar e che, secondo la procura, è stata un’azione terroristica, benchè non ci sia ancora stata una rivendicazione. Finora Piatigorsk, città con circa 200.000 abitanti, non era stata toccata dal terrorismo irredentista islamico, che invece imperversa nelle repubbliche caucasiche più a sud, in particolare Cecenia, Inguscezia e Daghestan. Esperti di terrorismo, citati dal Moscow Times, ne attribuiscono la probabile paternità ai ribelli ceceni di Doku Umarov, che di recente si è «dimesso» online dal comando per poi ritornare sui suoi passi. Nella caucasica repubblica dell’Ossezia del Nord, sempre ieri, un attentato ha ucciso due poliziotti. La scorsa settimana, inoltre i ribelli di Umarov hanno rivendicato una piccola esplosione vicino alla sede di Gazprom nella parte nord di Mosca. La polizia, temendo forse un’azione in grande stile del terrorismo caucasico nella capitale, come le bombe sulla metropolitana moscovita che in marzo fecero 40 morti, ha incrementato la sorveglianza su stazioni ferroviarie, metro, aeroporti e luoghi di richiamo pubblico.

Redazione online

Mosca, allarme bomba al Wtcultima modifica: 2010-08-18T22:27:00+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento