Napoli, triangolare a Palermo con rosanero e Valencia. Ma senza punte stasera 20,30

Stasera alle 20.30 test per l’Europa degli azzurri che affronteranno siciliani e spagnoli con molti assenti

NAPOLI— Un’unica seduta a porte chiuse nel pomeriggio al posto della doppia prevista dal programma; Mazzarri che annulla la conferenza stampa prepartita e parla solo attraverso il sito ufficiale della società. Così il Napoli ha vissuto la vigilia del triangolare che va in scena questa sera al Renzo Barbera. Un modo per aumentare la concentrazione, per innalzare la soglia d’attenzione, probabilmente. Visto che giusto tra una settimana si fa sul serio con l’andata del playoff di Europa League contro gli svedesi dell’Elfsborg al San Paolo.

E allora quello di stasera in terra siciliana diventa un test vero, oltre che severo, vista la caratura degli avversari. Un test condizionato però dalle tante assenze. «Sarà l’occasione per vedere all’opera dei giovani che magari necessitano di maggiore frequenza in campo», commenta Mazzarri. Ma è chiaro che non gli fa particolarmente piacere dover affrontare il primo impegno europeo senza aver avuto mai la possibilità di provare la sua squadra al completo. Stasera infatti mancheranno Hamsik, Lavezzi, Gargano e Cavani, tutti impegnati ieri con le rispettive Nazionali. Ma almeno ci sarà Fabio Quagliarella, reduce da mezzora di buon livello con l’Italia di Prandelli. «È fondamentale adesso cercare di aumentare i minuti nelle gambe, migliorare i rendimenti individuali ed incrementare la velocità di gioco. Nelle ultime due amichevoli ho visto una squadra in crescita, le cose funzionano bene ed ho visto progressi importanti», ha detto il tecnico azzurro, spiegando cosa si aspetta dalle gare di stasera.

Ma veniamo al dettaglio del torneo. Si comincia alle 20,30 (diretta in pay-per-view sul canale 251 di Sly e su Premium 4 di Mediaset, arbitri Gava di Conegliano e Gervasoni di Mantova) con Napoli-Valencia; a seguire Palermo-Napoli, poi Palermo-Valencia. Si tratta delle consuete gare da 45 minuti l’una, con il solito regolamento stile trofeo Moretti. Mazzarri farà ruotare molti uomini, ma una formazione-base (che poi per 8-9 undicesimi potrebbe essere quella titolare anche con l’Elfsborg) la si può tranquillamente abbozzare: De Sanctis tra i pali; Santacroce, Cannavaro e Campagnaro dietro; Maggio, Blasi, Pazienza e Dossena in mediana; tridente con Zuniga, Maiello e Quagliarella. Tutti gli la altri (i convocati sono 21) subentreranno in corsa. Molti gli spunti, anche se quello più gustoso di tutti, ovvero il ritorno di Cavani a Palermo da avversario, è saltato a causa della convocazione di Tabarez: sarà una serata particolare per Blasi e Rinaudo (due ex rosanero), nonché per Salvatore Aronica (palermitano doc). C’è poi la voglia di testare la forza di un Palermo che proprio ieri ha presentato Ezequiel Munoz, difensore argentino che si ispira a Samuel, ma che dovrà fare a meno di Bovo, Miccoli e Goian. E c’è infine la sfida dal sapore internazionale con il Valencia di Unai Emery, terzo nell’ultimo campionato spagnolo, in seconda fascia in attesa dei sorteggi dei gironi di Champions, un palmares da grandissima. Ricardo Costa, Joaquín e Mathieu, le stelle.

Napoli, triangolare a Palermo con rosanero e Valencia. Ma senza punte stasera 20,30ultima modifica: 2010-08-12T15:50:41+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento