Mazzone con Lippi “Hanno agito male

Il tecnico parla di Cassano e Balotelli in Nazionale, ma anche del ritorno del suo protetto Roberto Baggio e delle vittorie di Pep Guardiola con il Barcellona, passando da Mourinho e Zeman

- 0

Carlo Mazzone non è mai stato un principe del bon ton. Sanguigno e genuino, ha sempre detto in faccia a tutti quello che pensa, a costo di risultare anche brutale (e quella corsa sotto la curva dell’Atalanta nel derby rimarrà storica anche per questo). Tuttavia, seppur con modi non sempre ortodossi, spesso nelle parole del tecnico si nascondono grandi verità e perle di saggezza.

Il veterano degli allenatori, perciò, in una lunga intervista a Sky Sport 24 spazia tra tanti argomenti, tra cui ne colpisce uno in particolare: il “triangolo” Cassano-Balotelli-Lippi. “Mandiamo un bel messaggio a Cassano e Balotelli – propone – Non diamo per forza contro a Lippi, non deve essere una caccia al tecnico perché non li ha convocati. I comportamenti dei ragazzi non sono stati dei migliori. Devono capire che il calcio è una immagine che deve essere importante. Devono essere ragazzi che rispettano certe regole”.

Mazzone dunque si mette dalla parte del collega e ne difende le scelte fatte in base a un codice di comportamento. Comportamento che invece non è mai stato un problema per Roberto Baggio, suo giocatore ai tempi del Brescia. “i miei ex giocatori si stanno proponendo e stanno diventanto allenatori di una certa stima – afferma – Fa piacere. Prima erano ragazzi, ora sono uomini e si stanno proponendo nel calcio che conta. Sono il loro primo tifoso. Qualche volta ci sentiamo al telefono e sdrammatizziamo un po’ gli eventi. Sono felicissimo per Baggio, era stato emarginato. Il calcio italiano doveva qualcosa a Baggio, ora i conti sono alla pari”.

Un altro che ha fatto strada tra i suoi “pupilli” è Zahoui, nuovo allenatore della Costa d’Avorio che affronterà l’Italia al debutto di Cesare Prandelli. “Si è trovato in difficoltà nel calcio italiano, adesso mi fa piacere che sia diventato un tecnico di un certo prestigio – commenta – Ho avuto un bellissimo rapporto con il ragazzo sul piano umano. Lo ricordo con tanto affetto”.

Il più “arrivato” di tutti, però, è ovviamente Pep Guardiola. “Pep ha vinto più tutti nella lista dei miei ex calciatori. Sono felicissimo. E’ stato un ottimo giocatore e un grande allenatore. La cosa più bella di questo ragazzo è che è un grandissimo uomo. José Mourinho? Ho sempre apprezzato gli allenatori che vincevano e che parlavano poco. Ho apprezzato Mourinho come uomo e allenatore, ma forse si è lasciato andare nelle provocazioni. In Italia non si scherza nella critica. Guai tu tecnico se perdi! Lui sarebbe potuto andar via con una immagine più bella. Zeman riparte dal Foggia? Sono felicissimo. Ha fatto parte di un’altra sponda anche se poi ha allenato la Roma, l’ho sempre stimato. E’ stato un bel personaggio. Una brava persona”.

Eurosport

Mazzone con Lippi “Hanno agito maleultima modifica: 2010-08-10T16:08:09+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento