Sosa spinge per il Napoli:Voglio giocare al San Paolo

C_3_Media_891240_immagine_oleft.jpg

L’argentino del Bayern Monaco sempre più deciso a sbarcare in Italia dall’amico e connazionale Lavezzi. Da inizio settimana telefonate quotidiane con il “Pocho” che lo ha sponsorizzato con i suoi dirigenti. Già trovato l’accordo con il procuratore del centrocampista, resta il nodo dei 3,5 milioni chiesti dai bavaresi

 

Ci vorrebbe un amico: e chi meglio del Pocho, compagno di battaglie giovanili nel l’Estudiantes – a Buenos Aires – non sol tanto un uomo di cui fidarsi, ma persino uno sponsor, in tempi non sospetti? Gennaio 2009, la prima volta in cui Josè Ernesto Sosa (25) s’accosta a Castelvolturno: lo suggerisce Lavezzi, che sa tutto di lui, e ne illustra le virtù. Luglio 2010, un anno e mezzo dopo, stavolta la sagoma sembra quasi vederla, in quel circuito virtuale ch’è il mercato: e ora che il Napoli appare vicinissimo, ci vuole il Pocho per parlarne un po’, per sapere l’effetto che fa. «Io voglio venire, perché per me Napoli è una scelta importante». Contatto, in attesa del contratto: la mezza giornata in missione segreta di Bigon e Micheli ha avviato il dialogo, svelato le intenzioni, verificata la disponibilità del Bayern di Monaco e di Karl Heinz Rummenige, l’interlocutore disponibile a trattare.

VIVA VOCE – Una telefonata allunga la vita e, da martedì, Sosa e Lavezzi si sentono quotidianamente per aggiornamenti in diretta, per permettere a el principito di cominciare a conoscere Napoli grazie al Pocho, per raccogliere dati sull’ambiente, sulla squadra, sulle ambizioni del club, sulle prospettive, per farsi un’idea e sottolineare al suo fraterno amico quel ch’è già stato raccontato agli uomini dell’entourage che seguono gli sviluppi di una vicenda da concludere nel giro d’una settimana. «Io voglio venire a Napoli» . E il Napoli, che ormai da un mese s’è lanciato sull’eclettico talento made in Baires, cerca la soluzione (economica) più suggestiva.

Sosa spinge per il Napoli:Voglio giocare al San Paoloultima modifica: 2010-08-07T12:17:35+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento