SORRENTO. INCIDENTE A SANT´AGNELLO MORTO CENTAURO DI 31 ANNI

newAntonino_Russo_Sorrento_Morto_A_31_Anni.jpg

SORRENTO. INCIDENTE A SANT´AGNELLO MORTO CENTAURO DI 31 ANNI
Penisola sorrentina. Si chiamava Antonino Russo ed aveva 31 anni l’uomo che è morto dopo un gravissimo incidente a Sant’Agnello in Viale dei Pini. Il motociclista ha perso il controllo della moto che si è schiantata contro una macchina in sosta lungo il viale. L’incidente è avvenuto intorno alle 7.30 di questa mattina. Le cause dell’incidente non sono ancora note. La strada era comunque viscida per la pioggia. L’uomo di Sorrento sposato con due figli è stato trasportato a Nocera in provincia di Salerno già oramai in fin di vita.

Doveva essere il suo ultimo giorno di lavoro prima di concedersi una vacanza con la moglie e il figlio. Invece per Antonino Russo, 31 anni di Sorrento, quello di ieri è stato il giorno della tragedia: è morto ieri pomeriggio, dopo alcune ore di agonia, nell’ospedale di Nocera inferiore dove era stato trasferito a seguito dell’ incidente stradale. Alle 15.30 i medici della rianimazione hanno constato il decesso dopo aver cercato, disperatamente di rianimarlo. Antonino, operaio del cantiere navale della Peninsula navis di Torre Annunziata, stava andando al lavoro, quando, poco dopo le 7 si è schiantato contro un’auto in sosta. Era in sella al suo scooter e forse è stato sorpreso dall’asfalto bagnato – a causa della pioggia caduta in mattinata – o forse è stato colpito da un malore improvviso che lo ha fatto sbandare.

Sulla dinamica restano ancora molti dubbi. Sembra che un testimone abbia visto sbandare lo scooter prima dell’impatto, questo racconto rafforzerebbe l’ipotesi di un malore improvviso prima del tragico impatto. Per ora di certo si sa solo che il 31enne di Sorrento, che viveva a Sant’Agnello con la moglie infermiera e il figlio di due anni – che ieri festeggiava il suo onomastico – ha finito la sua corsa contro un’auto in sosta. L’impatto è stato violentissimo, come confermato anche dai rilievi effettuati dai vigili di Sant’Agnello: ha battuto la testa contro la vettura parcheggiata nelle strisce blu. A nulla è servito il casco protettivo, ad Antonino si è spezzato il “dente dell’epistrofeo”, l’osso alla base della nuca che avrebbe potuto lasciarlo tetraplegico.

In un letto dell’ospedale di Ncoera, Antonino ha lottato fino all’ultimo per non morire. Ma la terapia dei rianimatori non ha sortito gli effetti sperati. A lanciare l’allarme ieri mattina era stato un passante che, dopo aver visto il ragazzo disteso sull’asfalto, aveva contattato telefonicamente il 118. I medici del pronto intervento lo avevano trasportato d’urgenza all’ospedale di Sorrento dove i camici bianchi del reparto di rianimazione gli avevano salvato, momentaneamente, la vita. Giunto al Santa Maria della Misericordia, il cuore del 30 enne non aveva retto e si era bloccato. Rianimarlo non era stato semplice. Quando è stato predisposto il trasferimento per Nocera, non è mancata la solita polemica legata alla mancanza di un punto d’atterraggio per l’eliambulanza.

Quello individuato a suo tempo dal Comune di Sorrento, nel parcheggio di via del Mare, è inutilizzabile. Lo spazio, dove è ancora disegnata la ‘H’ che indicherebbe il punto di atterraggio, è completamente occupato da auto in sosta. Antonino è considerato da tutti un ragazzo disponibile ed un amico affidabile. Su Facebook, non appena si è diffusa la tragica notizia, sono stati pubblicati tantissimi messaggi di amici commossi e disperati per quanto accaduto. Nino, così si faceva chiamare, faceva parte della congrega della Monica di Sorrento e, durante la processione di Sant’Antonino reggeva in spalla la statua del patrono di Sorrento.

E’ stata una settimana nera per la penisola sorrentina. In tre giorni, tre incidenti gravi. Resta ancora in coma il marittimo metese investito da un’auto a Massa Lubrense, in via IV novembre. Anche le sue condizioni sono gravissime. Va un pò meglio al 25enne ricoverato nel reparto di chirurgia da giovedì pomeriggio. Anche lui vittima di un incidente stradale in sella al suo scooter. I medici gli hanno asportato la milza, ma le sue condizioni sembrano migliorare con il passare delle ore.

 

SORRENTO. INCIDENTE A SANT´AGNELLO MORTO CENTAURO DI 31 ANNIultima modifica: 2010-08-07T14:47:00+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento