Juve, per arrivare a Pazzini-ora si muove Elkann

C_3_Media_1074330_immagine_oleft.jpg

Il presidente della Fiat interverrà direttamente con Garrone, patron della Samp cui è legato per via dell’amicizia tra l’Avvocato e il petroliere: a fine agosto l’ok

Cominciano le grandi manovre per avvicinare Pazzini alla Juve. Si tratta di un affare che potrà andare in porto soltanto dopo il preliminare di Champions League che la Sampdoria giocherà con il Werder Brema, ma non sarà la partecipazione o meno dei doriani al grande torneo internazionale a determinare la cessione del centravanti. Ora al club genovese interessa la qualificazione, poi si riapriranno tutti i discorsi.

NON ROSE – Non sono rose e fiori i rapporti tra il presidente Garrone e il dg bianconero Marotta, ma all’orizzonte si stanno muovendo grandi personaggi per ricucire il rapporto tra i due uomini che sino a un paio di mesi fa erano considerati gli artefici delle fortune doriane. Tra questi darà il suo contributo anche John Elkann, molto legato a Garrone con il quale mantiene da molti anni un rapporto che travalica le questioni del calcio perchè affonda le radici nell’amicizia che legava il petroliere genovese all’avvocato Giovanni Agnelli, nonno del giovane John. Già un paio di anni fa prima e dopo un Samp-Juve ultima di campionato Elkann fu ospite di Garrone e i due gettarono le basi per il trasferimento di Cassano al club bianconero poi tramontato per decisionedella Juventus. Insomma, anche il capo di casa Fiat darà una mano al cugino Andrea Agnelli impegnato a ricostruire la Juve.

BOMBER – Pazzini è uno degli obiettivi della Juve disposta a pagarlo più del doppio della cifra sborsata da Garrone per strapparlo alla Fiorentina (9 milioni). La società bianconera mette sul tavolo 20 milioni di euro in contanti, ma nel caso in cui la Samp fosse interessata a qualche giocatore bianconero, non ci sarebbero problemi. Una eventuale Champions potrebbe portare i doriani a valutare anche un’ampia operazione di scambio. Dopo la rinuncia a Dzeko (ma ieri il team manager del Wolfsburg, Aehlig, ha detto che la Juve non ha mai fatto un’offerta), Pazzini è più che mai un obiettivo bianconero nel caso di una partenza di Amauri o Trezeguet. Ma Pazzini potrebbe andare alla Juve anche nel caso in cui fosse ceduto Iaquinta perchè Amauri potrebbe fare la seconda punta. Il fatto che la Juve sia a caccia di un attaccante è dimostrato anche da Adebayor che si è mosso personalmente proponendosi alla squadra di Del Neri. Difficile che si concretizzi questa ipotesi per chè prendendo Adebayor la Juve non avrebbe più la possibilità di tesserare un altro extracomunitario come Krasic.

corrieredellosport               michele de lucia

Juve, per arrivare a Pazzini-ora si muove Elkannultima modifica: 2010-08-07T14:21:59+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento