I più obesi d’Italia?-Sono i bambini della Campania

20100803_chiatti.jpg

Campania maglia nera dell’obesità infantile. Con il 25 per cento di bambini e adolescenti obesi la Campania detiene il primato europeo dell’obesità e, inoltre, il tasso di crescita della popolazione obesa uguaglia e, in alcuni casi, supera addirittura quello statunitense. I dati sono forniti dalla Società mondiale di Chirurgia dell’obesità di cui il professor Luigi Angrisani è segretario e tesoriere. Insomma il motto «grasso è bello» sembra resistere in Campania e in tutto il Sud Italia a differenze delle regioni del Centro e del Nord.

Non deve stupire, dunque, se il trofeo di Miss Cicciona d’Italia assegnato sabato scorso a Forcoli, in provincia di Pisa, sia andato alla napoletana Angela Scognamiglio che con i suoi 170 chili ha superato di poco l’argentina residente a Bologna Chintya Fernanda Pereyra che di chili ne pesava solo 169,5. Il problema, sostengono gli specialisti, va affrontato fin da piccoli e soprattutto andrebbe fatta una sana educazione alimentare nelle scuole. Troppe merendine e troppa televisione e la scarsissima attività sportiva hanno fatto diventare i nostri bambini sovrappeso. E a tavola si mangiano solo pasta e pane che, con il loro pieno di carboidrati contribuiscono ad arrotondare le forme, mentre la verdura resta una sconosciuta.

Un recente studio della Fondazione Bonduelle ha esaminato il rapporto bambini e verdure: un rapporto difficile mediato dai genitori che predicano bene e razzolano male.

Il programma triennale di educazione alimentare «Orto in condotta» di SlowFood nelle scuole medie ed elementari di tutta Italia ha evidenziato, secondo i dati raccolti dalla fondazione Bonduelle, che mamma e papà incoraggiano i figli a consumare più frutta e verdura perché «fa bene» ma poi a tavola servono quasi esclusivamente pane, pasta e pizza e così gli ortaggi trovano sempre meno spazio nel piatto sia a pranzo che a cena. Insomma i genitori restano cattivi maestri: insegnano i principi di una sana alimentazione ma poi non li applicano.

Dai 1500 questionari distribuiti in Campania emerge che il 63% dei bambini identifica la verdura con le patate (meglio se fritte). E riguardo al consumo in Italia siamo ancora lontani dalle cinque porzioni al giorno di frutta e verdura consigliata dal programma internazionale di educazione alimentare

ilmattino

I più obesi d’Italia?-Sono i bambini della Campaniaultima modifica: 2010-08-05T10:50:55+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento