Diamanti insanguinati, Naomi -ammette: «Sì li ho ricevuti

camp--180x140.jpg

Nel processo per crimini di guerra e contro l’umanità contro l’ex presidente della Liberia Charles Taylor

L’AJA (OLANDA) – La top model Naomi Campbell ha riferito ai giudici del tribunale speciale per la Sierra Leone, all’Aia, di avere ricevuto in regalo «alcune piccole pietre sporche» ma di non sapere che venissero dall’ex presidente della Liberia Charles Taylor. La top model depone al processo per crimini di guerra e contro l’umanità contro l’ex presidente della Liberia Charles Taylor.

L’ARRIVO – Dall’alba, decine di fotografi e cameramen hanno atteso l’arrivo della «pantera nera» davanti al palazzo della Corte, mentre all’interno i posti disponibili nella sala stampa erano già tutti occupati. La Campbell ha accettato di presentarsi al processo solo dopo che la Corte l’aveva minacciata di misure ritorsive (multa e giorni di carcere) se avesse continuato a rifiutarsi. Così la super modella è arrivata poco prima delle 9 in tribunale per la sua testimonianza davanti al processo «diamanti insanguinati». Per evitare fotografi e telecamere, la modella è giunta a bordo di un mini van nero scortato da un’altra analoga vettura.

LA VICENDA – La top model dovrà chiarire se è vero che il sanguinario despota le regalò un enorme diamante grezzo proveniente dai finanziamenti illegali ai ribelli della Sierra Leone, i cosiddetti «diamanti di sangue». La Campbell dovrà chiarire se ricevette uno o più diamanti grezzi da rappresentanti dell’ex presidente liberiano, al termine di una cena organizzata da Nelson Mandela in Sudafrica nel settembre 1997. L’ammissione di aver ricevuto il regalo non avrebbe alcuna conseguenza legale per la modella, ma sarebbe una prova rilevante contro Taylor, che nega di aver mai posseduto diamanti di sangue e, ancor meno, di averli portati in Sudafrica per comprare armi destinate ai ribelli della Sierra Leone. Per gli avvocati di Taylor, la testimonianza della Campbell non ha alcun valore probatorio, e punta soltanto ad attrarre l’attenzione mediatica. I sospetti della procura si basano sulle testimonianze dell’attrice Mia farrow e di Carol White, all’epoca agente della modella.

Redazione online
05 agosto 2010   corriere.it

Diamanti insanguinati, Naomi -ammette: «Sì li ho ricevutiultima modifica: 2010-08-05T10:26:10+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento