Trimestrali/ Telecom Italia Media: ricavi 1* semestre +14,1%. Mondadori mette il turbo

wind

sciopero telecom 1
I recenti scioperi dei dipendenti Telecom
per i licenziamenti

Telecom Italia Media ha chiuso il primo semestre del 2010 con una perdita di 22,3 milioni di euro, dimezzata rispetto ai 42,2 dello stesso periodo 2009. I ricavi consolidati sono in crescita del 1,41% rispetto allo stesso periodo di un anno fa a 126,6 milioni di euro.  Il gruppo raggiunge inoltre un Mol positivo, a 8,5 milioni di euro (-4,2 milioni nel 2010), superando così – afferma una nota – l’obiettivo di break-even contenuto nel piano industriale per il 2010.

L’Ebitda torna positivo per 8,5 milioni di euro, con un incremento di 12,7 milioni di euro rispetto ai primi sei mesi del 2009, mentre il risultato operativo e’ negativo per 21,1 rispetto ai -33,9 milioni di euro del primo semestre dell’anno scorso.

Il risultato netto attribuibile ai soci è pari a -22,3 milioni di euro e migliora di 19,9 milioni di euro (-42,2 milioni di euro nel primo semestre 2009). L’indebitamento finanziario netto e’ pari a 93,3 milioni di euro e si riduce di 251,8 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2009 (345,1 milioni di euro).

Tra gli altri dati di bilancio, i ricavi salgono del 14,1% a 126,6 milioni, il risultato operativo passa da -33,9 a -21,1 milioni. L’indebitamento finanziario è pari a 93,3 milioni rispetto ai 345,1 milioni del dicembre 2009, grazie all’aumento di capitale effettuato. Per l’intero 2010 TI Media si attende il consolidamento del risultato positivo del Mol già conseguito nel semestre.

MEDIASET

Mediaset chiude i primi sei mesi del 2010 con l’utile netto pari a 241,6 milioni di euro, in crescita del 33,7% rispetto ai 180,8 milioni del primo semestre 2010. I ricavi netti consolidati del gruppo hanno raggiunto i 2,27 miliardi di euro, in aumento del 16,7% rispetto agli 1,95 miliardi dello stesso periodo del 2009. Il margine operativo e’ salito a 485,2 milioni di euro (+29,6%), mentre la posizione finanziaria netta e’ negativa per 1,47 miliardi a fronte del rosso per 1,55 miliardi di euro al 31 dicembre 2009.

Per la restante parte dell’anno “si conferma – scrive Mediaset in una nota – la previsione di raggiungere un
risultato netto consolidato e una generazione di cassa operativa di gruppo superiori a quelli del 2009″.

FASTWEB

Tengono ricavi e redditività operativa di Fastweb nel primo semestre dell’anno mentre in decisa contrazione il risultato netto che ammonta a 2,9 milioni nel secondo trimestre (-81,5%). I ricavi nei sei mesi ammontano a 934 milioni con un +2% e analoga performance per l’ebitda a 270 milioni. Il cda ha approvato la relazione semestrale al 30 giugno 2010 in cui si conferma, alla luce dei risultati del secondo trimestre, che la guidance sull’anno, per quanto sfidante, e’ confermata. In particolare nei primi sei mesi dell’anno i ricavi consolidati sono ammontati a 934,7 milioni di euro, con un incremento di circa il 2% rispetto al dato di 918,8 milioni di euro nel corrispondente periodo dell’anno precedente. Nel secondo trimestre i ricavi consolidati sono stati pari a 472,4 milioni di euro, sostanzialmente invaria i rispetto a 474,5 milioni nel corrispondente periodo 2009. 

Iricavi del secondo trimestre 2009 includevano una posta non ricorrente di 20 milioni di euro relativa alla realizzazione di un’infrastruttura di rete per un cliente del segmento Corporate, escludendo la quale i ricavi del primo semestre 2010 hanno registrato un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo 2009. Nel loro complesso, i clienti business (Corporate, SME e Wholesale) hanno contribuito per il 62% ai ricavi del trimestre, mentre quelli consumer per il 38%. La crescita netta dei clienti broadband nel primo semestre e’ stata pari a 50.000 abbonati, portando il numero complessivo dei clienti al 30 giugno 2010 a 1.693.800 con un incremento del 3% rispetto al dato di fine 2009. Resta sostanzialmente immutata la ripartizione fra clientela residenziale e business (rispettivamente 80% e 20%). Per quanto riguarda i clienti del servizio mobile, rivolto prevalentemente alla customer base di FASTWEB, la crescita e’ stata pari a 80.000 nuove Sim attive nel semestre. Le Sim attive al 30 giugno 2010 erano pari a
290.000, in progresso del 38% rispetto alle 210.000 al 31 dicembre 2009 (Consumer e SME).

L’Amministratore Delegato ad interim, Carsten Schloter, ha cosi’ commentato i risultati: “Analizzando la performance al 30 giugno, possiamo constatare come le dinamiche di crescita dei ricavi e dei margini ricorrenti siano intatte, nonostante le difficolta’ che l’Azienda ha incontrato durante il primo semestre”.

L’EBITDA consolidato del semestre è stato pari a 270,3 milioni di euro segnando un incremento del 2% rispetto ai 265,0 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009 e un margine operativo lordo pari al 28,9% dei ricavi.
    Nel secondo trimestre l’EBITDA e’ stato pari a 143,6 milioni di euro, con una marginalita’ del 30,4%,
sostanzialmente invariato rispetto a 143,5 milioni euro del corrispondente periodo 2009 (che pero’ includeva un contributo pari a circa 19 milioni di euro relativo alla componente non ricorrente di cui sopra).

Nei primi sei mesi del 2010 la Societa’ ha conseguito un utile operativo consolidato (EBIT) di 55,8 di milioni di euro, rispetto al risultato operativo di 70,8 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009. Gli ammortamenti e le svalutazioni nel semestre sono stati complessivamente pari a 214,5 milioni di euro, rispetto a 194,1 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009. Il risultato netto consolidato nel semestre e’ stato positivo per 6,8 milioni di euro, rispetto a 17,9 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009.

Gli investimenti nel semestre sono stati pari a 205,6 milioni di euro, rispetto a 216,5 milioni di euro nel corrispondente periodo 2009. Circa il 62% degli investimenti sono stati effettuati per la connessione di nuovi clienti. L’aumento dei ricavi e l’attuale livello degli investimenti ha determinato un positivo andamento del rapporto tra
investimenti e ricavi che si e’ attestato al 22% nel primo semestre, rispetto al 24% registrato nei primi sei mesi 2009. Il flusso di cassa nel periodo gennaio-giugno 2010 e’ stato negativo per 30,6 milioni di euro in seguito al riacquisto di crediti fiscali. Escludendo tale effetto, la generazione di cassa nel primo semestre sarebbe risultata a break even.
 

MONDADORI

Giro d’affari stabile ma redditività in decisa accelerazione per Mondadori nella prima metà dell’anno. La casa di Segrate archivia i primi sei mesi con un fatturato a 726 milioni (-0,5%) mentre l’utile netto è più che raddoppiato a 15,1 milioni a fronte di un margine operativo lordo in crescita del 35,8% sullo stesso semestre del 2009 raggiungendo i 54,6 milioni.

Mondadori sottolinea che alla ripresa degli investimenti e della produzione industriale ancora non corrispondono indicazioni di inversione di tendenza per i consumi. Per quanto riguarda le prospettive, Mondadori ritiene che sara’ in grado per l’intero esercizio 2010 di ”migliorare i gia’ buoni livelli di redditivita’ operativa ottenuti nel primo semestre”.

Tornando ai conti dei primi sei mesi per settore di attivita’, l’area libri registra un calo del fatturato dell’8% a 168 milioni, principalmente per una diversa calendarizzazione delle iniziative editoriali piu’ importanti. La divisione periodici registra una flessione dei ricavi dell’1% a 250 milioni. In crescita del 42% i ricavi da licensing per le attivita’ internazionali, e aumento dell’11,6% dei ricavi pubblicitari internet. Stabile la raccolta di Mondadori Pubblicita’ a 120 milioni mentre aumentano del 18,9% a 111,3 milioni i ricavi della divisione Direct e Retail.

affaritaliani.it

Trimestrali/ Telecom Italia Media: ricavi 1* semestre +14,1%. Mondadori mette il turboultima modifica: 2010-07-29T20:16:03+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento