Giù i prezzi delle case al mare. Dove comprare? In Sicilia e in Puglia

casa mare

Giù i prezzi delle case al mare. Nella seconda parte del 2009 le quotazioni delle abitazioni nelle località turistiche hanno segnato una diminuzione del 2 per cento. Tra le regioni con il ribasso dei prezzi più sensibile c’è la Basilicata (-8,8 per cento), seguita dalla Sicilia (-7,2 per cento). La Campania ha messo a segno una riduzione del 3,9 per cento e la Puglia del 3,8 per cento. Buona la performance dell’Emilia Romagna (-0,6 per cento). Lo comunica Tecnocasa, aggiungendo che “l’analisi per coste” vede una contrazione maggiore per i comuni che si affacciano sul versante Ionico (-5,5 per cento), seguiti da quelli posizionati sul mare di Sardegna (-2,8 per cento) e sulla costa tirrenica (-2,2 per cento).

Secondo Tecnocasa, la domanda di seconda casa continua ad orientarsi sui piccoli tagli, da 60-70 mq possibilmente con due camere da letto. “Apprezzata” la presenza di spazi esterni (giardino o terrazzo) e della vista mare. In genere si prediligono immobili non lontano dalle spiagge, per poterle raggiungere senza utilizzare la macchina.

PIACE IL GOLFO DI GAETA – Più in dettaglio, per quanto riguarda le località di mare del Centro-Sud, nel Lazio si è registrata una diminuzione delle quotazioni dello 0,7 per cento. Positivo soprattutto l’andamento delle località appartenenti al Golfo di Gaeta e Sperlonga. In leggera contrazione i prezzi dei luoghi situati sul litorale romano. Le quotazioni degli immobili nelle località turistiche della Toscana nella seconda parte del 2009 hanno segnato invece una flessione dei prezzi dell’1,2 per cento. Le cittadine posizionate sulla cosiddetta costa degli etruschi hanno segnalato un calo del 3,7 per cento. Quanto alle Marche, le zone turistiche della regione hanno registrato una contrazione delle quotazioni del 2,2 per cento nel secondo semestre dell’anno. Stabili le quotazioni a Numana, Porto d’Ascoli e San Benedetto del Tronto. In diminuzione i prezzi a Pesaro, Porto Recanati e Senigallia. In Abruzzo, poi, le quotazioni delle abitazioni nelle località turistiche sono rimaste abbastanza stabili segnalando una diminuzione dell’1,4 per cento. Tra le località i cui prezzi sono diminuiti si segnalano Alba Adriatica, dove sono in corso i lavori per il completamento del restyling del lungomare, Roseto degli Abruzzi e Silvi.

Nel Mezzogiorno, le zone di mare della Campania sono diminuite del 3,9 per cento nella seconda parte del 2009. Quelle della provincia di Napoli sono diminuite del 6,1 per cento mentre quelle appartenenti alla provincia di Salerno sono diminuite dell’1,6 per cento. Stabilità dei valori ad Amalfi e Vietri sul Mare. In Molise, le località turistiche hanno segnalato una diminuzione delle quotazioni degli immobili dello 0,9 per cento. A Termoli la contrazione è stata dell’1,4 per cento mentre a Campomarino Lido i prezzi sono rimasti stabili. Quanto alla Puglia, le case al mare sono diminuite di prezzo del 3,8 per cento nel secondo semestre del 2009. Stabili quelle che affacciano sul Gargano mentre sono in diminuzione le località del Salento. In diminuzione addirittura dell’8,8 per cento i prezzi delle località turistiche della Basilicata, Nova Siri e Policoro in particolare. Infine, in Calabria le quotazioni delle abitazioni al mare sono calate del 3,1 per cento nella seconda parte del 2009.


affaritaliani.it

Giù i prezzi delle case al mare. Dove comprare? In Sicilia e in Pugliaultima modifica: 2010-07-20T08:22:31+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento