Imminenti le dimissioni di Cosentino

Nicola Cosentino

Nicola Cosentino si dimetterà giovedì da sottosegretario all’Economia. Lo rivelano ad Affaritaliani.it fonti ai massimi livelli del Pdl. Il sottosegretario all’Economia preferirebbe restare coordinatore del Pdl in Campania. Una soluzione, questa, che disinnescherebbe la mina della mozione di sfiducia alla Camera, evitando il rischio che con una saldatura tra opposizioni e finiani il sottosegretario venga sfiduciato a Montecitorio rendendo insostenibile la sua permanenza nell’esecutivo.

Silvio Berlusconi, dal canto suo, secondo altre fonti sarebbe al contrario favorevole a un passo indietro del coordinatore dall’incarico di partito in Campania. Scelta che però lascerebbe in piedi la minaccia della mozione di sfiducia in Parlamento. “Può essere, chiedetelo a lui“. Così il ministro delle Riforme, Umberto Bossi, che entrando alla Camera, risponde a chi gli chiede se non fossero opportune le dimissioni del sottosegretario Nicola Cosentino.

LA PRECISAZIONE DI VITO – “Prima di conoscere fatti, tutti da acclarare”, nessuna decisione nei confronti del sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino e alla Giustizia Giacomo Caliendo. Risponde così il ministro Elio Vito, durante il question time, alla richiesta di dimissioni dei due esponenti del Pdl da parte del Pd. Vito spiega che al momento, la presidenza del Consiglio “non è in possesso di documentazione”. “La vicenda – dice – si basa esclusivamente su notizie di stampa. Nessuna decisione potrebbe essere responsabile prima di conoscere fatti, che dovranno essere acclarati dalla magistratura”.

E su Cosentino nuovo schiaffo di Fini alla maggioranza

Nicola Cosentino
Nicola Cosentino

Pdl e Lega contro Gianfranco Fini, dopo la decisione di calendarizzare per la prossima settimana, mercoledì, in Aula alla Camra la discussione della mozione di sfiducia contro il sottosegretario Pdl Nicola Cosentino. In conferenza dei capigruppo a Montecitorio è infatti passata la richiesta delle opposizioni, dal momento che Pdl e Lega si sono opposti ma la decisione finale è stata del presidente della Camera.

Per Marco Reguzzoni, capogruppo della Lega, un fatto “grave”, perché, osserva, così Fini non ha considerato l’orientamento dei gruppi di maggioranza. Fabrizio Cicchitto, presidente dei deputati Pdl, ha a sua volta manifestato il suo “netto dissenso“. La mozione contro Cosentino è sottoscritta unitariamente da Pd, Idv e Udc.

PORTAVOCE: FINI? REGOLAMENTO E LIBERTA’ DI COSCIENZA. “Fino a quando il Regolamento della Camera attribuira’ al presidente della Camera l’esercizio esclusivo delle decisioni sulla calendarizzazione dei provvedimenti, quando non c’e’ accordo nella conferenza dei capigruppo, il presidente Fini continuera’ ad esercitare le sue responsabilita’, in assoluta liberta’ di coscienza e nel rispetto del Regolamento”. E’ quanto afferma Fabrizio Alfano. Il portavoce del presidente della Camera, dopo le proteste di Pdl e Lega per la decisione della conferenza dei capigruppo di Montecitorio sulla calendarizzazione della mozione per le dimissioni del sottosegretario all’Economia Nicola Cosentino, aggiunge che “d’altronde, puo’ accadere che una volta risulti scontenta l’opposizione, come accaduto per la calendarizzazione del ddl intercettazioni, e puo’ accadere che risulti scontenta la maggioranza, come avvenuto oggi”.

affaritaliani.it

Imminenti le dimissioni di Cosentinoultima modifica: 2010-07-14T16:45:37+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento