Mondiali 2010 – Messi inventa, Heinze segna, Diego gode

L’Argentina conquista i primi tre punti del Mondiale superando 1-0 la Nigeria all’Ellis Park Stadium di Johannesburg: di Heinze, dopo appena sei minuti di partita, il gol partita. Messi gioca una gara magnifica, anche se non trova la via del gol…

- 0

MARADONA SCEGLIE TEVEZ, MARTINS IN PANCHINA – Nessun novità per quanto riguarda le formazioni iniziali. Maradona conferma quanto aveva fatto intendere alla vigilia schierando la sua Argentina secondo il 4-2-3-1: alle spalle dell’unica punta Higuain (Milito, 31 anni oggi, va in panchina) ci sono Tevez, Di Maria e Messi. Nella Nigeria le sorprese più evidenti: Lagerback si affida dal primo minuto a Yakubu, Obasi e Obinna con Martins e Odemwingie inizialmente in panchina.

HIGUAIN SBAGLIA, HEINZE ESULTA – L’Argentina parte fortissimo. Dopo appena tre minuti di partita però Higuain sbaglia un gol impossibile da sbagliare per uno come lui: il suo destro da due passi sull’assist di Messi è incredibilmente a lato. Passano tre giri di orologio e l’Argentina passa a condurre: è di Heinze il gol che di fatto deciderà la partita. Splendido il colpo di testa del difensore del Marsiglia che – liberissimo di colpire a centro area – in tuffo di testa manda in estasi tutti i tifosi dell’Argentina.

ENYEAMA, PORTIERE SUPEREROE – Se la Nigeria rimane in partita il merito è soprattutto del suo portiere, bravissimo in più di un’occasione a frenare le iniziative dell’Argentina. E soprattutto quelle di Messi, che gioca una partita “da Messi” anche con la maglia della Nazionale e che vorrebbe tanto suggellare la sua prestazione con la marcatura personale. Enyeama è insuperabile e ferma a più riprese il fenomeno del Barcellona e – come lui – anche tutti i suoi compagni di squadra.

L’ARGENTINA SBAGLIA TANTO, LA NIGERIA CI CREDE – Il finale vede l’Argentina portare a casa i primi tre punti del suo Mondiale ma il risultato – l’1-0 – non deve ingannare. La partita dell’Ellis Park Stadium è vivace e ricca di occasioni da gol: l’Argentina è imprecisa, la Nigeria sfrutta male le possibilità di pungere che la squadra di Maradona regala agli avversari. Come quella capitata a Uche (entrato al posto dell’infortunato Taiwo) che a otto minuti dall’arrivo ha sul sinistro la palla dell’1-1 sugli sviluppi di un cross di Yakubu: il tiro di Uche si perde alto sopra la traversa. L’Argentina esulta, la Nigeria si dispera: e Maradona gode…

Eurosport

Mondiali 2010 – Messi inventa, Heinze segna, Diego godeultima modifica: 2010-06-13T08:25:06+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento