Gli eccessi del Pibe: tra chili di gelato, doppio orologio e bidet elettronico

01_352-288.jpg

 Maradona ct della nazionale argentina si è presentato in campo per l’esordio della sua nazionale vestito di tutto punto, in completo giacca e cravatta di colore grigio. Le figlie Dalma e Giannina avevano invitato più volte il celebre papà a dismettere, almeno per una volta, tuta e scarpe da ginnastica. Il completo ha 06_352-288.jpgportato bene al pibe de oro. La sua Argentina ha battuto la Nigeria 1-0 nel secondo incontro del gruppo B. Il gol vittoria è stato messo a segno al 6′ del primo tempo da Heinze.

Tra telecamere che portano a seguire ogni movimento di qualsiasi panchina con un’attenzione seconda solo al voyeurismo del Grande Fratello, neppure ai telespettatori meno attenti sarà sfuggita una particolarità curiosa che riguarda Diego Armando Maradona. Che seguendo l’invito della figlia maggiore Dalmita, aspirante attrice ma viso popolarissimo della tv argentina per la sua partecipazione a diversi show tra i quali “Bailando per un Sueno”, si è presentato in panchina elegantissimo e… con due orologi!

Molti si sono stupiti: perché un conto è vedere Maradona in campo in pantaloncini. Un conto è vederlo sbracciarsi in panchina in completo gessato. Ci faremo l’abitudine: ma quei due orologi non sono sfuggiti neppure agli osservatori dei trend mediatici di questi Mondiali.,

03_352-288.jpgNegli Stati Uniti sono addirittura spuntati un paio di articoli di columnist di moda di un certo richiamo per battezzare la nuova Maradonata, ennesimo eccesso di un personaggio che dell’eccesso ha fatto un’arte e uno stile di vita. In realtà pochi sanno che Maradona indossa due orologi da sempre; per lo meno fin dalla sua prima esperienza lontano dall’Argentina (a Barcellona), facendo diventare quella che lui chiama “un’esigenza di carattere personale” una piccola fissazione. Arricchita da metalli preziosi, cinturini griffati o pietre sontuose.

“L’esigenza” di Maradona è quella di sapere sempre che ora è a Buenos Aires: quindi il Pibe, se non è in Argentina, e anche se il fuso orario varia di pochissime ore, indossa due orologi. A sinistra quello con l’ora di casa sua e a destra quella del paese nel quale è ospite: “Spesso avere due orologi è del tutto inutile – ha dichiarato in passato – tanto sono in ritardo quasi sempre e comunque e la prima persona che ho dovuto assumere alla Maradona Producciones (la compagnia che aprì quando cominciarono ad arrivare i primi soldi pesanti n.d.r.) era una segretaria che mi ricordasse ogni mezz’ora quali erano i miei appuntamenti a seguire”.

Gli orologi, ovviamente, non possono essere normali: sono due Hublot Big Bang Special and Limited Edition con il logo del numero 10 e l’incisione del suo profilo mentre salta con le mani sollevate (come quello che vedete nella foto). Qualcuno dice per alzare un trofeo altri, più malignamente, dicono che Maradona in quel logo abbia voluto far rivivere il famoso gol della “Mano di Dio” segnato all’Inghilterra. Il valore di ogni singolo orologio, limitatamente alla quotazione commerciale, è di circa 20mila euro. Trattandosi di Maradona c’è chi spenderebbe molto di più per averne uno in casa.

Orologi al polso e rosario mariano stretto intorno al pugno della mano sinistra, Maradona ha già il suo soprannome: gli americani lo hanno ribattezzato “the GodFella”, andando a scomodare con un link un po’ azzardato il buon Dio e “Quei Bravi Ragazzi” (the Goodfellas) di Martin Scorsese. Forse per quel suo completino gessato degno del primo Padrino.

Gli orologi da collezione di Maradona furono proprio una delle prime cose che l’erario italiano cercò di incassare, insieme al famoso preziosissimo orecchino che sembra essere stato acquistato da Miccoli, con una battuta d’asta necessaria a pagare i suoi debiti con il fisco. A Napoli se non ricordo male gli sequestrarono direttamente dal polso due Rolex da collezione poco prima di una partita benefica.

Ma i due Hublot sono solo una delle tante esagerazioni di Diego che in Sudafrica ha fatto notizia anche per le bizzarre richieste che la federcalcio argentina ha dovuto presentare per suo conto agli Hotel che ospitano l’Albiceleste.

Camere dipinte di bianco con televisori multifunzione dotati di schermo HD e home theater e complete di un set completo di playstation e videogames. A pranzo e cena i giocatori devono poter scegliere tra almeno dieci primi piatti caldi, accompagnati da 14 diversi tipi di insalata. Pasta a volontà condita con tre tipi di sughi diversi, tre tipi di pudding e gelato artigianale, di crema e di frutta, disponibile sempre, a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Maradona è golosissimo di gelato, anche se non credo che così tanta insalata sia per lui: e faccio fatica a ricordare a memoria 14 tipi di insalata. Esistono?

Gelati e orologi non sono l’unica stravaganza sudafricana di Maradona che viaggia, oltre che con il suo set di orologi, con una… tavola per il gabinetto, anatomica, personalizzata e soprattutto preziosa (“perché posso permettermelo e almeno in bagno ognuno ha diritto di fare quello che gli pare” dice lui). Tant’è che quando si è presentato a Pretoria ha subito fatto sapere che il bidet non era adeguato ai suoi standard e ha fatto acquistare e montare da un fornitore on-line con la massima urgenza, quello che viene definito il miglior bidet in commercio: con applicazione elettronica. Appoggio riscaldato, asciugatore termico ad aria calda e maniglie d’appoggio anatomiche, anteriori e posteriori.

Ma se pensiamo che le stranezze siano solo di Diego… beh; proviamo a bilanciare. I brasiliani hanno chiesto sei tipologie di tè e caffè per ogni colazione, merende o spuntino: freddo, caldo e molto caldo. In caraffe distinte e ben riconoscibili. Con tantissimi biscotti, di qualsiasi grandezza, forma e dimensione: ma senza burro né cioccolato.

Gli slovacchi si sono accontentati di due ping-pong e una consolle per giocare a freccette mentre i nordcoreani hanno chiesto solo riso: a disposizione a pranzo, cena, colazione, spuntino, nello spogliatoio, durante i meeting, in tutte le zone comuni del piano dell’hotel che hanno occupato e in tutte le stanze. Riso… ovunque.

Ma adesso che anche loro sanno del bidet elettronico di Maradona un pensiero che li possa portare dall’ostinato comunismo allo sfrenato consumismo occidentale sicuramente li sfiorerà.

 

 

 

Gli eccessi del Pibe: tra chili di gelato, doppio orologio e bidet elettronicoultima modifica: 2010-06-13T11:27:00+02:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento