Effetto debito, le Borse ancora giù

Effetto debito, giù anche Tokyo

Apertura negativa sulle piazze europee. Madrid
perde il 2,6%. E il Nikkei chiude a -2,9%

MILANO – Dopo il giovedì di paura sulle Borse europee (legato ai timori sul debito e sulla tenuta economica di Spagna e Portogallo), i mercati aprono le sedute ancora con il segno meno. Milano parte a -0,53% per poi precipitare a -1,90%, Londra cede lo -0,55%, Parigi lo -0,46%, Francoforte lo 0,30%. E per Madrid è profondo rosso: -2,60%.

GIAPPONE – Anche Tokyo, sulla scia dei dati Usa sulla disoccupazione, ha chiuso in forte ribasso. L’indice Nikkei dei 225 titoli guida ha perso 298,89 punti, pari al 2,9%, scendendo a quota 10.057,09. La giornata si apre con il segno meno anche sulle piazze europee:

ZAPATERO – Intanto il premier spagnolo, José Luis Rodriguez Zapatero, assicura da Washington che il debito della Spagna resta su un livello «ragionevole» e lo status «di paese solvibile è garantito». «Dopo la crisi, è venuto il momento di ripianare i conti pubblici», ha commentato Zapatero durante una visita alla Camera di commercio americana.

LO SCENARIO – Da alcuni giorni, gli osservatori e gli analisti sono preoccupati per lo stato dei conti pubblici di Spagna e Portogallo, che agita il fantasma della Grecia, i cui deficit e debito sono talmente alti che la Commissione europea ha deciso di mettere il paese sotto semi-tutela.

05 febbraio 2010

 corriere.it
Effetto debito, le Borse ancora giùultima modifica: 2010-02-05T10:30:51+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento