Veneto, Galan fa la sua lista con l’Udc

giancarlogalan.jpg

Il Governatore uscente del Veneto non accetta di essere stato “scaricato”. E quindi correrà da solo con una sua lista appoggiata dall’Udc e da alcuni sindaci del Popolo della Libertà

Il dado è tratto. Lo strappo è consumato. Giancarlo Galan, appreso ufficialmente che il Popolo della Libertà e Silvio Berlusconi (suo testimone di nozze), ha deciso di lasciare il Veneto alla Lega Nord, ha parlato di un “tradimento”. Anzi, “peggio di un tradimento”. E secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, il Governatore uscente non accetterà alcuna “compensazione” né all’interno del partito né a Roma. E quindi? Formerà una sua lista e correrà contro il Centrodestra alle elezioni regionali della prossima primavera. Non solo. Al suo fianco avrà l’Udc di Pierferdinando Casini, oltre a una serie di sindaci veneti del Pdl che non accettano l’imposizione venuta dai vertici nazionali di cedere alla richiesta di Umberto Bossi.

In casa Carroccio non è ancora chiaro chi sarà il candidato alla presidenza. In pole position resta Luca Zaia, popolarissimo e molto amato come rivelano tutti i sondaggi. Ma il problema è che il Senatùr non vorrebbe lasciare il ministero dell’Agricoltura, troppo importante per le battaglie leghiste. Quindi se nella trattativa con il premier Bossi riuscirà a conservare il dicastero – si fanno i nomi di Giampaolo Dozzo e di Luciano Dussin – Zaia correrà per diventare il Governatore del Veneto. In caso contrario toccherà al sindaco-sceriffo di Verona, Flavio Tosi. Ma c’è anche un’altra ipotesi. Ovvero che Bossi accetti di mollare il ministero dell’Agricoltura, probabilmente all’ex azzuro Guido Crosetto (torinese e attuale sottosegretario alla Difesa) ottenendo in cambio il nuovo dicastero della Salute, con la promozione di Francesco Martini e il sacrificio di Ferruccio Fazio.

Tutto deciso invece per il Piemonte. Il candidato della Lega e del Popolo della Libertà contro la democratica Mercedes Bresso sarà il presidente dei deputati Roberto Cota. Al suo posto, come capugruppo del Carroccio alla Camera, è probabile la promozione di Andrea Gibelli, presidente della X Commissione di Montecitorio (Attività Produttive).

E QUANTO AL LAZIO… “Il Popolo della Libertà mi ha indacato come candidata. Io adesso sto andando in confederazione, riunisco i miei quadri e decidiamo assieme se correre questa campagna elettorale”. Renata Polverini, segretario generale dell’Ugl, commenta con Affaritaliani.it la decisione del Popolo della Libertà di indicarla come candidata alle elezioni regionali nel Lazio.


www.affaritaliani.it

 

Veneto, Galan fa la sua lista con l’Udcultima modifica: 2009-12-17T11:19:33+01:00da michelepositano
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento